Allo stadio “A.Giraud” di Torre Annunziata la partita tra Savoia ed Acireale si apre con una breve manifestazione per celebrare il gemellaggio tra le tifoserie del Savoia e dell’Acireale.

Gli uomini di Parlato vengono da una lunga striscia di successi, che inizia proprio dalla vittoria a Palermo, contro la capolista. Dalla vittoria in Sicilia, il Savoia non ha più smesso di correre e con la vittoria di oggi chiuderebbe il 2019 con soli tre punti di distanza dal Palermo, che dalla sconfitta subita contro gli oplontini, non si è più ripreso.

Il match non si apre nel migliore dei modi per il Savoia, che appare poco concentrato e organizzato, sopratutto in difesa. Le apparenze, questa volta, non ingannano e al 12′ l’Acireale passa in vantaggio con una conclusione di Ott Vale, che con la collaborazione di un non impeccabile Coppola, firma l’ 1 a 0 per i siciliani.

La squadra di Pagana si dimostra sin da subito un avversario temibile e che non deve essere sopravvalutato, cosa che invece fanno i “bianchi”. Dopo solo un quarto d’ora dalla prima rete, l’Acireale trova il raddoppio, ancora con Ott Vale, che riceve da un veloce scambio con un compagno di gioco e trova un destro fulminante, che si insacca alla destra di Coppola, incolpevole questa volta. Al 27′ è l’Acireale a condurre la partita per 2 a 0. Giraud ammutolito.

Dopo la rete del doppio svantaggio gli uomini di Parlato appaiono nervosi e con poche idee, sopratutto in difesa, dove i due centrali hanno difficoltà anche nel gestire le situazioni più semplici. Tuttavia c’è ancora chi ci crede, anche perché manca molto alla fine della partita, anche perché il Savoia non è squadra che cade difronte alle prime difficoltà.

Al 44′ il Savoia accorcia le distanze con Rondinella, che risce a trovare una deviazione a rete molto sporca, che nasce però da un colpo di testa di Diakitè respinto non bene da Pitarresi. Alla fine del primo tempo il Savoia riduce lo svantaggio, è 2-1.

La rete di Rondinella era quello che ci voleva per dare una scossa alla squadra, che al 5′ del secondo tempo ristabilisce la parità con la rete di Orlando, il più lesto in area ad arrivare sulla respinta di Pitarresi ancora su Diakitè, servito ottimamente con un lancio lungo in area di rigore. Il Savoia, dopo soli pochi minuti dall’avvio dei secondi 45 minuti, sigla il 2-2. Può finalmente iniziare la vera partita.

Nonostante la carica è un Savoia a due facce: dove offensivamente è coraggioso, tenace e ha voglia di vincere la gara, difensivamente appare molto incerto e insicuro, un esempio è la pericolosissima cavalcata in area di rigore di Rizzo, il quale taglia come burro i due centrali torresi e a tu per tu con Coppola, tenta lo scavetto, provvidenziale la deviazione dell’estremo difensore olpontino. Al 26′ l’Acireale rimane in 10 a causa dell’espulsione di Rizzo, che si fa ammonire per la seconda volta.

In piena zona Cesarini, Poziello trova la rete del 3 a 2 con un gran colpo di testa; assist di Cerone. Lo stadio non ha neanche il tempo di festeggiare che Scalzone riceve in area e con un pallonetto mette il suo sigillo alla vittoria del Savoia. È 4 a 2 e Savoia a meno tre punti dal Palermo, che pareggio in casa contro il Troina.

TABELLINO:

Risultato: Savoia-Acireale 4-2

Le formazioni:

Savoia: Coppola,Dionisi, Guastamacchia, Poziello, Rondinella( 24′ st Paudice), Tascone, Luciani( 30′ pt Orlando), Osuji( 24′ st De Vena), Oyewale, Cerone, Diakitè( 8′ st Scalzone) A disp: Prudente, Romano,Orlando, Chironi, Mancini, Riccio, De Vena, Scalzone, Paudice. All: Carmine Parlato

Acireale: Pitarresi, Cannino, Sicignano, Orlando, Mauceri, Barbagallo,Ott Vale, Ba, Savanarola, Ouattara ( 34′ st De Felice),Rizzo. A disp: Rao, Arena, De Felice, Fazio, Mansueto,Raucci, Nania, Barcio. All: Giuseppe Pagana.

 

Ammoniti: Luciani(S), Tascone(S), Cannino(A), Ouattare(A)

Espulsi: Rizzo (A)

Marcatori: Ott Vale (12′ e 27pt, A) Rondinella(44’pt,S) Orlando(5′ st,S), Poziello(43′ st, S), Scalzone(48′ st, S)

Marco Ametrano

Share