Portici, omicidio in tabaccheria: ucciso 38enne a colpi d’arma da fuoco

Un uomo, Ciro D'Anna, di 38 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco poco fa a Portici. La principale pista seguita dagli investigatori è quella della camorra

509

Portici, omicidio in tabaccheria: ucciso 38enne a colpi d’arma da fuoco. Un uomo, Ciro D’Anna, di 38 anni, pregiudicato, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco a Portici, in circostanze non ancora accertate.

Secondo una prima e sommaria ricostruzione l’uomo si trovava all’interno di una tabaccheria in via Università dove è stato raggiunto da uno o più sicari che gli hanno esploso contro cinque colpi di pistola. E’ morto prima che i soccorsi riuscissero a trasportarlo in ospedale.

Ciro D’Anna era originario di Torre Del Greco e aveva vari precedenti di polizia: fu arresto nel 2017 proprio nella strada oggi è stato ammazzato, cercò di scappare all’interno del cortile di uno palazzo ma fu bloccato dai poliziotti, con sè aveva due chili di droga. Nei precedenti c’è anche una vicinanza con il clan Vollaro, che controlla la zona di Portici. Fu arrestato nel marzo 2017 insieme ad altre 5 persone con l’accusa di estorsione e di lesioni personali, procedimento penale ancora in corso.

Sul luogo dell’agguato è giunto il pm della DDA di Napoli, Maurizio De Marco. Gli investigatori stanno ascoltando la compagna di D’Anna, con cui la vittima ha una figlia di tre anni; la coppia abitava in un appartamento poco distante dal luogo dell’omicidio.



Share