ESPRESSOnapoletano: Musica, Abbracci e Baci forti… ma pe ffavore… niente BOTTE!

512

ESPRESSOnapoletano©`- La voce di dentro di ogni NAPOLETANO, la voce del disagio, che Ciro Notaro amplifica per noi, con leggera ironia e la passione che anima i nostri articoli, negli appuntamenti periodici.

Natale, festa d’amore, festa di pace, festa di regali e festa di famiglia.

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi.

Natale dei grandi e piccini… NATALE… tutta na festa…e poi Capodanno, che si annuncia con l’esplosione dei primi petardi (maledetti) che rovinano ogni cosa e questo giorno di festa si tinge di scuro per i botti di mezzanotte, le fucilate, “e bomb e Maradona” e tutti sti cazzate.

In alcuni posti ato ca festa, si vive un clima di coprifuoco!

Un tempo si poteva ben dire che coi fuochi d’artificio si lasciava alle spalle il vecchio anno e con le loro splendide luci si accoglieva il nuovo. Allo scoccare dell’ora X, tutti eravamo affacciati a finestre e balconi con in mano spumante, fiaccole e stelline per i piccini. Insomma… una gran festa, ricca di abbracci e commozione… senza però alcuna preoccupazione. Ma oggi chi si fida più! Giusto qualche stellina chiusi in casa, lontani dalle finestre perché non si sa mai cosa può entrarti in casa: nu razzo, nu fùrelo, nu proiettile!

La cronaca è piena di disgrazie provocate da irresponsabili incivili che si misurano in gare – PIRLOtecniche – (non ho sbagliato a scrivere… Pirlo, nel senso di pirla alla milanese…. e strunzo alla napoletana).

E allora quest’anno voglio raccontare la festa, riproponendo degli eventi che hanno fatto notizia dal 1° gennaio 2019.

Come sempre ogni 1° giorno dell’anno, si dà notizia (come fosse un bollettino di guerra) della stupidità di certi coglioni che, puntualmente, rovinano la festa alle proprie famiglie e a ignare vittime della loro scelleratezza (quasi sempre ragazzini) che non resistono alla tentazione di raccogliere petardi inesplosi.

Rinfrescare la memoria potrebbe, mi auguro, aiutare a riflettere, per ridare il giusto valore a quell’emozionante conto alla rovescia che ci proietta verso un nuovo anno, che non dovrebbe mai iniziare con questi titoli:

1°gennaio 2019:

“Botti di Capodanno: 2 morti in Campania 361 feriti: 53 bambini”

“Raccoglie un petardo da terra e perde 2 dita: ha 51 anni il primo ferito per i botti a Napoli”

E tutto questo tralasciando i poveri animali che impazziscono di paura e spesso ci lasciano le penne, e non intendo solo uccelli!

E allora? Cerchiamo di evitarlo! Il mio invito ed augurio, per ciò che dovrà accadere a breve, lo esprimo con un desiderio: vorrei che la festa di mezzanotte non procurasse dispiaceri a nessuno.

ESPRESSOnapoletano©` mi dà la possibilità di far conoscere il mio pensiero per i festeggiamenti ed augurare a tutti i lettori de il Gazzettino vesuviano, UN SERENO ANNO NUOVO perché… perché NCE ‘O MMERATAMMO!

AUGURI!

Musica, Abbracci e Baci forti… ma pe ffavore…

niente botte!

 

> FUOCHI ARTIFICIALI <

Manca poco…
si sta apprestanno ll’ora r’’a festa… ll’ora d’’o remmòre…

e a Napoli si sà, che la felicità si manifesta…
cu ll’esplosione ‘e fuoco d’’e balcune e da ‘e ffeneste,
perchè per tradizione serve pe ccaccià…
‘o vviecchio e ‘o bbrutto… e nnuie, a Nnapule, ‘o ssapimmo fà.

Ma ‘e limite ‘e ‘mbocillità so’ state  superate…
visto ‘e dannei p’’o  ppassato,
fuoco sempre più potente…
ca non diverte cchiù…
e fa sultanto male â ggente!

Ah… come sarebbe bello poter leggere domani sul giornale…
“quest’anno… a Capodanno nessuno si è fatto male”

Sentite a mme…
Si ‘o  ffuoco d’artificio è espressione de felicità…
nu modo cchiù semplice e manifestà ce stà.

E’ silenzioso e pure rispettoso…
e chi nun se sente buono… e chella sera n’arreposa.

Facite com a mme a mmezanotte…
abbracciate a chi ve sta vicino forte, forte!
Genitori, mugliere e ffiglie,
… pariente e amici…
e appicciate ‘o ffuoco reale
r’’a musica, abbracci forte e baci.

‘O remmore se fà ‘o stesso ma non
è artificiale…
perchè gioia e ammore sò rreale,
e ssi pure ‘o ffuoco nun se vere,
e ‘o remmore nun se sente forte…
ce sta ‘a passione
e dura cchiù r’’a  mezanotte.

Ato  ca fuoco artificiale…
chist’é ffuoco reale!

E qquann’è ffuoco ‘e core…
nisciuno se fà male
… e nnisciuno more.

BUON ANNO

END©iro.

A dar voce ai pensieri di Ciro in ESPRESSOnapoletano©`, la voce di un’artista della Compagnia teatrale PUNTO e BASTA, che darà un tocco in più alla espressività del nostro risentimento.

PER CHI NON LEGGESSE BENE IL NAPOLETANO BUON ASCOLTO

Ciro Notaro
Ex funzionario Agenziadelle Entrate di Napoli,
scrive per passione e solidarietà al progetto #Legatialfilo©`
a favore della LEGA DEL FILO D’ORO

 

Share