Juve Stabia per la ricerca: domenica 5 gennaio quadrangolare con scuole calcio

Si giocherà nel segno del divertimento e della solidarietà, in sostegno delle ragazze colpite dalla sindrome di Rett

354

Venerdì alle ore 11 si è tenuta  la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Partita Solidale”. Giunto alla seconda edizione, avrà luogo domenica 5 gennaio dalle ore 10.30 allo stadio “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia.

Come da comunicato ufficiale della società stabiese, all’incontro con i media hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni comunali, della società Juve Stabia, dello sponsor tecnico Givova e del reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli.

La “Partita Solidale“, quadrangolare tra le scuole calcio affiliate alla società sportiva Juve Stabia, si giocherà nel segno del divertimento e della solidarietà, in sostegno delle ragazze colpite dalla sindrome di Rett.

Alla conferenza hanno partecipato il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, il presidente del consiglio comunale stabiese, Vincenzo Ungaro, il presidente della Juve Stabia, Andrea Langella.

Presenti anche il patron storico della società gialloblù e socio Juve Stabia, Franco Manniello, il responsabile settore giovanile Juve Stabia, Saby Mainolfi. Per il Policlinico dell’Università Federico II era presente la professoressa Carmela Bravaccio.

Le dichiarazioni da parte degli intervenuti al briefing

Nel corso della presentazione è stata rimarcata l’importanza di queste attività nel campo sociale e di come lo sport possa essere di supporto e veicolare un messaggio positivo in questo senso.

Sindaco Cimmino:”Complimenti per questa iniziativa lodevole. E’ un esempio tangibile di sinergia e stretta collaborazione fra vari enti. Sarà una bella giornata in cui la nostra Castellammare si differenzierà . Evviva lo sport che unisce. L’amministrazione ha voluto con caparbietà questa manifestazione importante per la nostra città. Ringrazio le associazioni, sarà una grande giornata e invito tutti a partecipare. Il 2020 sarà un anno di certezze e la città ha sicuramente bisogno di questi eventi che uniscono”.

Presidente Langella: “Questa è la seconda manifestazione che organizziamo, di grande impatto per la nostra comunità. Io sono sempre pronto a portare avanti questo tipo di  iniziative e condivido pienamente la responsabilità sociale di queste importanti attività a sostegno di tali patologie critiche”.

Patron Manniello: “Siamo sempre pronti ad aiutare le famiglie in difficoltà. Le mamme di questi bambini sono come eroine e vanno elogiate per la loro abnegazione e il lavoro encomiabile che fanno. Da parte nostra ci sarà sempre la massima disponibilità per questo tipo di eventi con la massima responsabilità sociale.

Quest’anno abbiamo dato abbonamenti della nostra squadra alle famiglie più indigenti”.

Presidente Ungaro: “Ringraziamo la Juve Stabia che è sempre vicina alle problematiche sociali. Facendo rete è importante aiutare queste famiglie. Ringrazio inoltre chiunque ha collaborato in maniera gratuita per raccogliere fondi per queste patologie”.

La professoressa Bravaccio ha fornito dettagli sulla sindrome di Rett e sugli sviluppi per aiutare le famiglie, mentre Saby Mainolfi ha illustrato le modalità tecniche su come si svolgerà il torneo calcistico, invitando tutta la popolazione a prendere parte all’importante manifestazione sportiva con risvolti sociali.

Domenico Ferraro

Share