Intervento interforze Polizia Locale ed Esercito controllate diverse attività

Sono ancora in itinere ulteriori accertamenti

178

Si è appena conclusa la redazione dei conseguenti atti di Polizia Giudiziaria in merito all’operazione coordinata dal Comandante della Polizia Locale di Volla Ten. Col. Giuseppe Formisano unitamente a personale dell’Esercito Italiano, nell’ambito dell’accordo per lo svolgimento congiunto dei servizi di Polizia Locale per il contrasto del fenomeno dell’abbandono e incendio di rifiuti tra numerosi comuni della provincia di Napoli tra cui anche il Comune di Volla, siglato in Prefettura, in presenza dell’incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella Regione Campania Viceprefetto Iorio.

L’azione ha visto il controllo di diverse attività commerciali considerate a rischio ambientale.

Alcune sono risultate esercitare l’attività in conformità alle vigenti leggi nazionali e regionali per altre invece si sono riscontrate alcune irregolarità quali:

  • Violazione art. 4 del D.P.R. 01/08/2011 n. 151 così come sanzionato dall’art. 20 del D.Lgs. nr. 139/06 – svolgimento di commercio all’ingrosso ed al dettaglio di attrezzature e macchinari e materie detergenti e non per l’industria casearia con o senza deposito su una superficie superiore a mq 400 in assenza della prescritta SCIA unica di cui al D. lgs. Nr. 222/16.

Tale violazione ha portato gli organi procedenti al deferimento all’autorità giudiziaria (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola) del titolare ed alle dovute segnalazione allo Sportello Unico Attività produttive (SUAP). Sono ancora in itinere ulteriori accertamenti.