Juve Stabia, ostica trasferta a Pisa per conquistare punti salvezza

Caserta: "Dobbiamo essere umili e fare al più presto punti per la salvezza che resta l'unico obiettivo della società"

137

Sabato alle ore 15 la Juve Stabia sfida il Pisa all’Arena Garibaldi per la prima trasferta dell’anno. Attualmente i gialloblù sono a quota 27 in classifica mentre il Pisa ha 25 punti. La squadra toscana sconfisse la Juve Stabia al Menti all’andata per 2-0. Le Vespe sono determinate ad ottenere un risultato positivo per allungare la striscia in corso con 5 giornate in attivo e 13 punti in carniere su 15 disponibili e soprattutto riconfermare lo stato di grazia palesato contro l’Empoli alla ripresa del torneo dopo la sosta. La gara è difficile, visto l’equilibrio che regna sovrano nel campionato di serie B. Dopo la rifinitura, il tecnico stabiese Fabio Caserta ha tenuto la consueta conferenza stampa esaminando le varie tematiche legate alla contesa e analizzando la situazione della sua squadra alla luce degli allenamenti effettuati in settimana.

Aggiornamenti sulla compagine campana: ultime news?

“Il portiere Russo non ci sarà per un problema muscolare. Idem Cisse’ in recupero da pubalgia, oltre che Tonucci, Mastalli ed Elia ancora out. Calvano è convocato, ma non ancora al meglio dopo l’operazione al ginocchio. Sarà comunque aggregato in panchina. Per squalifica sarà invece assente Gigi Canotto”.

Che ambizioni ha la Juve Stabia e dove potrà arrivare visto il suo buon momento di forma? 

“L’inizio è stato difficile, ma la squadra è stata brava a ritrovarsi e a non mollare, lavorando con la massima tranquillità. Ci voleva tempo per amalgamare il team e per prendere confidenza con la nuova categoria.

Ribadisco ancora che dobbiamo assolutamente rimanere con i piedi per terra.  Pensare ai playoff? Sarebbe un grande errore. Dobbiamo pedalare tutti insieme altrimenti si ritorna dietro. Siamo consapevoli che un paio di passaggi a vuoto possono farci risucchiare nelle retrovie. Infatti, ci sono squadre costruite per salire in A che ora sono sotto di noi in classifica. Dobbiamo essere umili e fare al più presto punti per la salvezza che resta l’unico obiettivo della società”.

A Pisa ci sarà un ambiente caldo con 8- 10 mila tifosi a sostenere i nerazzurri.  La squadra si è  rinforzata con l’ingaggio del rifinitore Soddimo e la punta Vido, ma dovrà fare i conti con qualche assenza in difesa. Che partita si può prevedere?

“In campo vanno i calciatori non gli spettatori. Per noi c’è maggior carica.
Il Pisa vorrà fare bene. Dal punto di vista mentale,  è relativa la situazione ambientale.
Il Pisa è forte ed è stato protagonista di  un buon inizio di stagione. A Benevento nell’ultimo turno  ha giocato bene conseguendo un buon pareggio.

A me interessa soprattutto la mia squadra e l’approccio alla gara. Bisogna tenere su le antenne e affrontare ogni gara con molta concentrazione. All’andata ci fu una sconfitta per noi, una sconfitta di cui mi attribuisco tutte le responsabilità in quanto cercavo di provare nuove soluzioni e moduli tattici, essendo all’inizio ancora alla ricerca di una identità come compagine. Di questa esperienza abbiamo fatto tesoro”.

La Juve Stabia farà esordire il nuovo portiere Ivan Provedel, arrivato in settimana dall’Empoli. Un giudizio sul calciatore? 

“Provedel ha disputato campionati importanti, anche in A. Si e’ allenato subito con noi appena arrivato mostrandosi pronto, sono sicuro che ci darà una grossa mano assieme a Danilo Russo. Ringrazio al contempo Paolo  Branduani che si è sempre comportato bene e gli faccio gli auguri per nuova avventura professionale ad Empoli. Lui ha dato tutto per la maglia gialloblù”.

Per quanto concerne la formazione gialloblù,  in porta ci sarà Provedel, difesa con Vitiello,  Fazio, Troest e Ricci,  mediana con Calò,  Addae e Buchel,  con Mallamo dietro Forte e Bifulco. Possibile anche l’impiego dell’altra punta Rossi e dell’esterno d’attacco Boateng, mentre Izco e Di Gennaro possono rappresentare possibili jolly a centrocampo in corso d’opera.

Il Pisa di mister D’Angelo, che gioca con il 4-3-1-2, dovrà fronteggiare delle defezioni in difesa come l’assenza di Ingrosso e Meroni, mentre il nuovo arrivo Pisano sarà in panchina. A centrocampo sarà assente Siega per squalifica, per cui Soddimo, prelevato dalla Cremonese in questa sessione di calciomercato, partirà titolare, in attacco possibile il ritorno di Masucci che dovrebbe fare coppia con Fabbro. Alternative Vido e Marconi, quedt’ultimo al rientro dopo infortunio. Da segnalare la presenza di Lisi come esterno di sinistra, ex della Juve Stabia tre stagioni fa.

Per la Juve Stabia un match di fondamentale importanza anche per sfatare il tabù dell’Arena Garibaldi, con le vespe mai corsare in Toscana all’ombra della torre pendente.

Domenico Ferraro

Share