Gragnano: una raccolta di firme per dire no alle strisce blu introdotte dal Comune

“Una delegazinoe del comitato chiederà al sindaco Paolo Cimmino di riceverci – afferma Barbato – chiedendo la presenza del comandante della polizia municipale e del responsabile degli ausiliari"

Una raccolta di firme per dire no alle strisce blu introdotte dal Comune nelle zone di via Vittorio Veneto (altezza pallone geodetico), via San Sebastiano e via San Giovanni. La petizione, avviata da un comitato civico guidato da Michele Barbato, ha registrato già 200 firme. “Una delegazinoe del comitato chiederà al sindaco Paolo Cimmino di riceverci – afferma Barbato – chiedendo la presenza del comandante della polizia municipale e del responsabile degli ausiliari.

C’è un malcontento molto diffuso tra i cittadini – continua – alcuni professionisti credono che le norme previste sugli stalli non sono state applicate integralmente, specialmente per le strisce bianche, per quelle dei diversamente abili, quote rosa”. I cittadini possono recarsi per firmar ela petizione in vari negozi di via Vittorio Veneto e via Tommaso Sorrentino. Sul caso è stata presentata un’interrogazione consiliare al sindaco da parte di Patrizio Mascolo, rappresentante delle opposizioni nel civico consesso, a nome del gruppo Uniti per Gragnano.

“Vogliamo comprendere – afferma – quali sono stati i criteri e le ragioni che hanno portato ad individuare le suddette aree di via Veneto e zona Rosario come le uniche dove poter realizzare i nuovi stalli a pagamento. Inoltre – continua – vogliamo sapere per quali motivi non sono state valutate anche le pur esistenti soluzioni alternative”.



Share