L’intera città di Pomigliano si è stretta intorno alla famiglia Piccolo dopo l’amara scoperta della malattia rara che ha colpito la figlia adolescente Serena. Da subito è partita una campagna social per la solidarietà sostenuta dall’intera comunità e supportata dalle autorità cittadine che si sono mobilitate già a partire da questo fine settimana grazie al sostegno dell’Avis di Sant’Anastasia e dell’Associazione Admo, allo scopo di cercare in tempi brevi un donatore di midollo osseo compatibile.

Questa campagna di sensibilizzazione ha già fissato un secondo appuntamento importante il giorno 14 e il giorno 15 febbraio in Piazza Giovanni Leone che ospiterà le strutture mobili delle due associazioni madrine della donazione, verranno effettuati all’interno dei camper prelievi di sangue per la tipizzazione che possano al più presto rintracciare un donatore trai 18 e i 35 anni compatibile con Serena visto che i familiari più stretti sono risultati non compatibili.

Ma chi è Serena? Serena è una diciassettenne dai grandi occhi chiari e dal sorriso avvolgente, frequenta il liceo scientifico Imbriani e quest’anno sosterrà l’esame di maturità, un fiore appena sbocciato che si affaccia alla vita, purtroppo i suoi sogni da fanciulla sono stati infranti un mese fa quando a seguito di un malore dopo il ricovero presso l’ospedale Cardarelli di Napoli le è stata diagnosticata una malattia rara l’aplasia midollare, che colpisce due soggetti ogni 500.000mila persone in Europa.

Ma Serena non è sola oltre alla famiglia, un’intera città si e mobilitata a sostegno della famiglia, gli amici, le insegnanti che hanno organizzato lezioni web per consentire alla ragazza di non rimanere indietro con il programma e poter sostenere gli esami di maturità a fine anno e anche i conoscenti. Un vero atto d’amore di un’intera cittadina già scossa da due recenti perdite nella comunità giovanile, infatti risale a pochi giorni fa la scomparsa di Roberto Cervone giovane barman della movida pomiglianese a causa di una brutta malattia e del ventiseienne Nicola De Cicco stroncato da un infarto, che ha lasciato tutti avvolti da un’insostenibile tristezza. Ma la speranza e l’amore verso il prossimo hanno avuto la meglio e ancora una volta Pomigliano d’Arco si distingue per la sua generosità. Il nostro più grande augurio va a Serena per una celere guarigione affinché torni presto alla sua vita.

Cinzia Porcaro

Share