2020 fiocco azzurro: continua a crescere la spesa per i figli, come muoversi?

Anche in Italia ultimamente si cerca di sostenere chi decide di far crescere la famiglia. Lo Stato infatti nella Legge di Bilancio 2020 ha inserito il nuovo Bonus di Famiglia

85

In Italia le famiglie che mettono al mondo figli sono sempre meno. Una situazione sulla quale influisce soprattutto il costo da sostenere per crescerli. Si tratta infatti di affrontare una spesa di almeno 7.000 euro a figlio, con la probabilità reale di arrivare a spenderne anche più del doppio. E non bisogna dimenticarsi che anche la gravidanza ha un costo, da valutare intorno ai 2.000 euro. C’è da dire che, tra il sostegno statale e le agevolazioni, il 2020 potrebbe essere l’anno giusto per allargare la famiglia, ma, nello stesso tempo, bisogna valutare con attenzione come affrontare le nuove spese in arrivo.

Faccio un figlio, 3 interventi per sentirsi al sicuro

La situazione finanziaria rappresenta sicuramente la preoccupazione principale di chi decide di mettere al mondo un figlio, anche se non mancano le soluzioni per migliorare la propria situazione. Si possono valutare, infatti, almeno tre interventi che consentano di sentirsi maggiormente protetti. Il primo potrebbe essere quello di trovare un prestito per la nascita di un figlio. Si tratterebbe di un vero e proprio gesto di coscienza e responsabilità, finalizzato a garantire la copertura delle spese giornaliere e degli imprevisti, che con i bambini piccoli non mancano mai. Oramai non c’è bisogno di eccessiva burocrazia, perché su Internet si possono trovare prestiti online idonei, creati ad hoc, come ad esempio sul sito di Younited Credit. Si possono valutare anche soluzioni parallele: oltre a prendere un prestito, si può valutare l’idea – drastica ma coraggiosa – di trasferirsi in un Paese che offra migliori tutele e garanzie ai lavoratori che hanno figli. Se un eventuale trasferimento altrove spaventa, forse meglio aprire un buono fruttifero, in modo da raccogliere una cifra importante per il proprio figlio, da utilizzare quando serve.

Lo Stato che fa? L’assegno unico per i figli

Anche in Italia ultimamente si cerca di sostenere chi decide di far crescere la famiglia. Lo Stato infatti nella Legge di Bilancio 2020 ha inserito il nuovo Bonus di Famiglia, che varia dai 160 euro agli 80, a seconda del reddito. E si discute anche dell’Assegno universale di natalità per famiglie con figli a carico. Un bonus che potranno richiedere tutti coloro che avranno un figlio a partire dal gennaio 2021. Dal gennaio 2020 invece si potrà approfittare del nuovo Bonus Famiglia, nel quale saranno inseriti il bonus nascita, il bonus bebè, il bonus asilo nido, insieme alle altre agevolazioni. L’assegno unico famiglia invece è stato spostato al 2021 e conta di sostituire e rivoluzionare tutte le agevolazioni esistenti fino ad oggi. Infatti questa nuova misura eliminerà tutte le attuali forme di sostegno, a favore di un’unica realtà in grado di soddisfare le necessità previste. Un’agevolazione valida per tutti, che prescinde dal tipo di lavoro svolto dal richiedente, e che consiste in 400 euro al mese fino ai tre anni di età, e 160 fino ai 18.

Share