ESPRESSOnapoletano: Gabbiani in paradiso, in un mare di monnezza

ESPRESSOnapoletano©`- La voce di dentro di ogni NAPOLETANO, la voce del disagio, che Ciro Notaro amplifica per noi, con leggera ironia e la passione che anima i nostri articoli, negli appuntamenti periodici.

gabbiani in città

 Una MAREA di rifiuti invade le strade della città…

Siamo alle solite!

Maleservizi, mancati accordi, inciviltà, ci condannano a vivere in un nauseabondo inferno.

A spassarsela ratti e, parlando di marea, gabbiani che indisturbati si sono adattati a questo (per loro) infernale paradiso.

In cerca di idee mi guardo intorno e la visione di questo scempio urbano fa correre la fantasia, per poter esprimere con la mia napoletanita, il disagio e soddisfare quel naturale bisogno di sdrammatizzare ogni cosa… MA È DURA DA ACCETTARE.

Che ce vulite fà… è la nostra natura! E io dico… é la nostra fortuna!

E mentre mi perdo nei pensieri… ah sì, ci sono! Assistevo ad una scena surreale ma, oramai, di ordinaria quotidianità (purtroppo) e in un attimo, una marea di idee hanno preso forma per un racconto e, prim’ancora di formularlo, già desideravo, con una punta di ironia condividerlo.

Affacciato alla finestra dello studio del mio dentista, nella zona mercatale dei VERGINI, in attesa di entrare, ho notato un grosso gabbiano (ma bello grosso) banchettare, svolazzando tra il tetto di un auto in sosta blu metallizzato ed uno stracolmo cassonetto di rifiuti di genepesca, argento satinato.

“Sta facenno ‘a spesa”, ho pensato. Perché proprio come si usa fare in certi mercati si sceglieva, con calma, il rifiuto più grosso, addirittura un pannolone, scambiato per una  SCELLA DI BACCALÀ… “dicimmo ‘o meglio articolo“.

Oggi, lo so, vederli non é una novità… ma forse in una discarica, non in un borgo cittadino (parlo di via dei Vergini* per chi lo conosce, nel pieno centro storico) tra un via vai di auto e persone!

Non mi era ancora capitato…

Indifferente a tutto, ha inchiavicato il tetto blu metallizzato dell’auto ed ha sparso in strada gli scarti di seconda scelta, allontanando persino i naturali rappresentanti della fauna territoriale (‘e palumme) che si tenevano in disparte, per non averci a che fare.

Mah… è proprio cambiato il mondo!

Ho visto gatti rincorrere cani, sorci enormi scacciare gatti, umani litigare per il contenuto di un contenitore di spazzatura!

Ed ora un gabbiano reale, nel centro storico della città, a far da padrone, NCOPP’ A  NU CUOFANO ‘E MUNNEZZA.

DEGRADO, INCURIA, MALAMMINISTRAZIONE

Ecco l’ispirazione che ha titolato quest’articolo, per il consueto pensiero ESPRESSOnapoletano©`

…naturalmente!

    ‘E GABBIANE NUN SO’ FFESSI

Affacciat’â fenesta, per ingannare l’ attesa…
guardavo un gabbiano Mmiez’â munnezza, ca faceva ‘a spesa!

Tranquillo, zumpava tra  macchina e cassonetto…
e indisturbato, se faceva ‘o banchetto.

Puro ‘o palumm, ca lla cummannava…
se manteneva a ddistanza impotente, e se dannava.

Ma ormai nce avimma rassigna’…
si hanno truvato, pe colpa nosta,
‘o paraviso dint’a sta città.

‘O mare ntempesta é nu ricordo luntano…
che ggabbiane ca s’azzuffano
facenno baccano.

E GABBIANE NUN SO’ FFESSI,
megli’’a scartà tranquilli dint’a na cesta…
ca piscà, ca cuncorrenza,
mmiez’â tempesta.

(Morale del gabbiano)

Pecch’è mmeglio nù pannulino dint’â munnezza abbandunato…
cà n’alice fresca mmiez ô mare, friddo e agitato.

PURTROPPO IL PARADISO GLIELO ABBIAMO REGALATO NOI COL NOSTRO INFERNO. #evihotrattato.

END©`iro

Per capirci:
‘nchiavicato = sporcato… fare una chiavica
palummo = s.m. colombo

Nota biografica:
(*) Borgo dei Vergini o anche detto borgo Barocco, zona cittadina nei pressi del ben noto rione Sanità che ha dato i natali al grande Totò.

A dar voce ai pensieri di Ciro in ESPRESSOnapoletano©`, la voce di un’artista della Compagnia teatrale PUNTO e BASTA, che darà un tocco in più alla espressività del nostro risentimento.

PER CHI NON LEGGESSE BENE IL NAPOLETANO BUON ASCOLTO

Ciro Notaro
Ex funzionario Agenziadelle Entrate di Napoli,
scrive per passione e solidarietà al progetto #Legatialfilo©`
a favore della LEGA DEL FILO D’ORO

 

In uscita il libro dedicato:

“NAPULE storie di strada e contraddizioni”

SPONSOR SOLIDALI :

  • STUDIO Commercialista Dott.ssa LA GATTA MARIA Sant’Anastasia (Na)
  • STUDIO Commercialista Dott. IPPOLITO ANIELLO Napoli
  • Luigi Sorrentino Consulente Assicurativo UNIPOL SAI
    CONSULENTE BPER BANCA  Somma Vesuviana (Na)
  • CONSULENZA Aziendale TELEFONIA & ENERGIA di FLORIO MICHELANGELO – San Giuseppe Vesuviano (Na)
  • COMPAGNIA Teatrale “PUNTO e BASTA” Napoli
  • Felice G. Di Cristo – Consulente Finanziario BPER

Ed un ringraziamento particolare alla redazione de il Gazzettino vesuviano.

Share