Milan-Torino di Coppa Italia: stasera i rossoneri salutano Kobe Bryant

Saranno molte le iniziative per ricordare Il Top Player NBA durante il match di coppa Italia Milan-Torino

74

Milan-Torino di Coppa Italia tributo a Kobe BryantL’occasione questa sera a San Siro l’incontro Milan-Torino di Coppa Italia. Il campione trascorreva del tempo da noi in Italia, quando ne aveva occasione, a tal proposito va ricordato un momento in particolare.

Nell’anno 2013 a Milanello, Kobe fece visita alla sua squadra del cuore, il Milan: “È sempre stato un sogno per me venire qua, quando ero piccolo guardando Gullit, Rijkaard, Van Basten, Maldini… è sempre stata la mia squadra dei sogni. Nel mio spogliatoio a Los Angeles ho una maglia del Milan e una sciarpa”.

Le iniziative per Milan-Torino di Coppa Italia

Per ricordare il Top Player NBA durante il match Milan-Torino di Coppa Italia, saranno molte, ne vediamo qui di seguito qualcuna:

      • Il Milan scenderà in campo con il lutto al braccio.
      • Sarà proiettato sui maxi schermi dello stadio un video emozionale, oltre al riscaldamento speciale, che si svolgerà con dei palloni da basket.
      • Un lungo applauso al 24′ minuto da parte dei tifosi, come apprendiamo da milannews.com:

“Un gesto semplice, ma che sarebbe di sicuro impatto. Allo scoccare del minuto 24 di Milan-Torino di Coppa Italia, sarebbe bello se i tifosi presenti allo stadio si alzassero in piedi e tributassero un applauso lungo 60 secondi alla memoria di Kobe Bryant, scomparso in un tragico incidente aereo dove ha perso la vita anche una delle sue figlie. Difficile chiedere alle due squadre di fermarsi in quel momento della gara e partecipare al momento, ma chi sarà sugli spalti, inizi a battere le mani in memoria di un grandissimo campione oltre che grande tifoso milanista. Questa è la nostra proposta, nella speranza che abbia un seguito”

L’allenatore del Milan, Stefano Pioli, ricorda così Kobe Bryant: “E’ una tragedia che mi ha profondamente colpito. Non è stato solo uno dei più grandi giocatori di sempre, ma un’icona, un esempio per tutti.

Metteva un carisma e una mentalità fantastica in ogni cosa. Trasmetteva la felicità di fare sport, unendola alla ambizione e determinazione di dare il massimo. Era messaggero di una filosofia di vita eccezionale.

L’ho ammirato tantissimo, è stato davvero uno shock”.

Andrea Ippolito

Share