Agerola: il 2019 ha fatto registrare un incremento del 10% di presenze turistiche

Nel 2019, infatti, sono state 147mila le presenze registrate nella cittadina dei monti Lattari, a fronte delle 135mila del 2018

37

Il 2019 ha fatto registrare un incremento del 10% di presenze turistiche, rispetto all’anno precedente. Sono i dati resi noti dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Luca Mascolo, nel corso di un incontro con gli operatori turistici e i vertici della locale sezione della Pro – Loco, svoltosi ieri pomeriggio nei locali del centro polifunzionale “monsignor Andrea Gallo” della frazione Campora. Un incontro che ha avuto anche la funzione di un vero e proprio corso di aggiornamento per gestori di bed and breakfast e case vacanze. Un appuntamento molto partecipato, durante il quale gli operatori e i gestori delle strutture ricettive extralberghiere del territorio hanno ricevuto le informazioni sulle novità riguardanti adempimenti, fiscalità, rapporti con fornitori di servizi.

I numeri relativi al turismo continuano dunque a crescere. Nel 2019, infatti, sono state 147mila le presenze registrate nella cittadina dei monti Lattari, a fronte delle 135mila del 2018. Circa 50mila sono stati invece gli arrivi, con una media di permanenza ad Agerola stimata in tre giorni. “Un appuntamento che ha visto una massiccia partecipazione di operatori turistici – ha affermato il sindaco Luca Mascolo – che nella crescita del settore vedono non soltanto un’opportunità economica di occupazione lavorativa, ma anche un’occasione per mantenere gli standard di servizi adeguati alle potenzialità e alla vocazione di Agerola”.

Dopo aver tracciato un bilancio della stagione 2019, si è discusso in merito alla destinazione dei proventi derivanti dall’imposta di soggiorno. Le azioni più rilevanti che saranno intraprese sono: manutenzione dei sentieri e potenziamento della nuova frontiera dello sport outdoor sui sentieri, che è il climbing (arrampicata sportiva all’aria aperta). Sul climbing già Agerola vanta decine di falesie sul Sentiero delgi Dei e Sentiero Orrido di Pino, che sta aprendo un nuovo segmento di mercato. Per quanto riguarda l’estate 2020, ci sarà ancora spazio per il festival Agerola sui sentieri degli Dèi, sempre più vettore di promozione turistica e veicolo teso a potenziare il brand Agerola, con i suoi 40 giorni di eventi e un’offerta artistica e culturale che assume anno dopo anno sempre più valenza regionale e nazionale.



Share