Si ferma la striscia positiva della Juve Stabia che viene superata al Menti dal Perugia per 2-1. Gli umbri hanno sfruttato due rigori trasformati dal capocannoniere Iemmello, uno per tempo.

proteste rigore contro juve stabiaIn entrambe le occasioni gli stabiesi hanno protestato. I gialloblù avevano pareggiato con Canotto nel primo tempo. Lo stesso attaccante stabiese ha però fallito un’occasione propizia per il vantaggio nella prima frazione. Nella ripresa i grifoni hanno costruito di più e hanno fatto il colpaccio esterno, il primo della gestione Cosmi.

La Juve Stabia lancia Di Gennaro dal primo minuto nel 4-3-1-2 iniziale, in difesa Allievi sostituisce lo squalificato Troest.

Il Perugia schiera il 3-5-2 in formazione tipo con Iemmello e l’ex Falcinelli in attacco.

Juve Stabia – Perugia 1-2: la partita

La Juve Stabia parte con il giusto piglio: conquista subito un paio di angoli nei primi due minuti, sul secondo Calò tenta di sorprendere il portiere con un tiro diretto scheggiando la parte alta della traversa.

I primi quindici minuti sono di studio, le squadre sono molto corte in campo e non accelerano, affrontandosi  a centrocampo.

L’equilibrio viene spezzato al 18′ con Iemmello che trasforma un rigore assegnato per fallo di Allievi sullo stesso attaccante, avendo trattenuto in area il bomber ospite.

Al 24′ Forte ha una buona occasione in area del Perugia ma non riesce a finalizzare sottoporta un invito di Calò. È il preludio al pari al 26′: Calò lancia Canotto sulla sinistra con un assist al bacio, l’attaccante vola e supera Vicario in uscita. Al 28′ altro contropiede di Canotto che supera la difesa umbra ma stavolta la punta spreca mettendo alto sulla traversa. La Juve Stabia spinge alla ricerca del raddoppio, il Perugia soffre le ripartenze stabiesi.

Al 32′ gran tiro da fuori di Vitiello con Vicario che devia in corner. Dopo il pareggio la Juve Stabia mette il Perugia alle corde. Al 38′ Nzita prova a beffa Provedel e la Juve Stabia si rifugia in angolo sul suo tiro in area.

La prima frazione termina in pareggio con una Juve Stabia che ha reagito bene all’iniziale svantaggio. Il Perugia ha sfruttato l’occasione buona ma le vespe si sono espresse con efficacia.

Al 2′ della ripresa Mazzocchi impegna Provedel in una deviazione su tiro in area in diagonale. Al 5′ Provedel salva ancora su girata in area di Iemmello.

All’11 Iemmello sfiora il gol su punizione dal limite. La Juve Stabia sembra soffrire il Perugia.

Mister Caserta inserisce Di Mariano al posto di Di Gennaro passando al 4-2-3-1 dal 13′ con Mallamo vertice alto del rombo e Canotto-Di Mariano sulle fasce.

Al 22′ Mallamo si libera dal limite ma il suo tiro va di poco a lato.

juve stabia perugiaAl 26′ passa ancora il Perugia su rigore trasformato da Iemmello. La Juve Stabia protesta lungamente per il fallo da rigore di Fazio su Rosi.

Nel finale la Juve Stabia tenta il tutto per tutto: in campo anche la punta Rossi al posto del centrocampista Addae, ma le azioni non sono efficaci.

In contropiede il Perugia centra un palo al 43′.

Nei minuti di recupero il Perugia tiene il risultato e vince per 2-1.

Tabellino

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel 6.5; Vitiello 6 Fazio 5.5 Allievi 5.5 (29′ st Tonucci 6) Ricci 6; Addae 6 (34′ st Rossi sv) Calò 6 Mallamo 6; Di Gennaro 6 (13′ st Di Mariano 5.5); Forte 5.5 Canotto 6.5. A disp.: Esposito, Polverino, Melara, Bifulco, Izco, Germoni, Mezavilla, Calvano, Buchel. All.: Caserta 6.

Perugia (3-5-2): Vicario 6.5; Rosi 6 Angella 6 Gyomber 6; Mazzocchi 6 Falzerano 6 Konate 5.5 (1’st Carraro 6) Nicolussi Caviglia 6 Nzita 6 (36′ st Rajkovic sv); Iemmello 7 Falcinelli 5.5 (23′ st Melchiorri 6). A disp.: Fulignati, Sgarbi, Dragomir, Buonaiuto, Baroni, Kouan Oulai, Capone. All.: Cosmi 6.5.

Arbitro: Minelli di Varese 5.

Guardalinee: Bercigli-Perrotti.

Quarto uomo: D’Ascanio di Verona.

Marcatori: 18′ pt Iemmello (rig. , P), 26′ pt Canotto (JS), 26′ st Iemmello (rig. P).

Ammoniti: Konate (P), Fazio (JS), Angella (P), Nzita  (P), Addae (JS), Melchiorri (P).

Note: spettatori circa 3.000 . Angoli 8-5. Recupero, pt 2′, st 4′. Prima del match osservato un minuto di silenzio in ricordo di Gennaro Olivieri, ex calciatore della Juve Stabia, e Luciano Gaucci, ex presidente del Perugia, recentemente scomparsi.

Domenico Ferraro

Share