ESPRESSOnapoletano©`- La voce di dentro di ogni NAPOLETANO, la voce del disagio, che Ciro Notaro amplifica per noi, con leggera ironia e la passione che anima i nostri articoli, negli appuntamenti periodici.

baby gang movida napoli

NAPOLI e Provincia, interventi a catena di Carabinieri e Forze dell’Ordine, in continui caroselli dal finale disastroso, a suon di bottigliate, coltellate e pestaggi.

Il fenomeno BABY GANG si allarga a macchia d’olio

Ecco alcuni richiami giornalistici:

Napoli: minore accoltellato al corso Garibaldi, la baby gang voleva «provare» l’arma;

Napoli, baby gang in azione: scooter distrutto a colpi di spranga;

Napoli, baby gang al femminile picchia una ragazzina nel centro commerciale.

Ma questi sono solo gli ultimi titoli che evidenziano la pericolosità di un DISAGIO che dilaga nelle nostre zone, ma non solo: Napoli, Foggia, Milano, Bologna… ogni qualvolta leggo certi titoli ho paura e provo un senso di sconfitta, un’inquietudine per la consapevolezza che lo Stato di diritto ed i suoi tutori sono stati sopraffatti.

Sì… perché non si riesce a porre freno a questa vera e propria piaga SOCIALE (appartenente non solo a Napoli)

Eppure, di problemi ben più importanti ce ne sono nel nostro paese, ed è per questo motivo che il cittadino perde il senso di sicurezza e si pone spontaneamente la domanda: “Ma se non si riesce a debellare il fenomeno delle baby gang… che speranza c’è di sconfiggere GANG, COSCHE, CLAN ed affiliati?

aggressione baby gangDunque, senza voler fare i sociologi del Ca.. So, che analizzano il perché e percome… penso che la dignità, la fiducia e sicurezza dei cittadini debba essere tutelata.

Credo non resti altro che sperare in una legge seria, che faccia passare loro (ed ai loro genitori di conseguenza) la voglia di far scorribande, a scapito della libertà altrui.

Una Legge che restituisca la libertà alla gente, costretta ormai agli arresti domiciliari.

Questo non cambierà finché questa Legge continuerà a “considerare” questi delinquenti armati “ragazzini” e la Stampa continuerà a definirle “Baby gang

Ed in un moto di rabbia… mi viene un pensiero…

ESPRESSOnapoletano:

BABY?… sti caxxi!

‘E baby gang nun fanno paura…
si  te staie â casa chiuso dint’ ’e qquattro mura.
É cchiù semplice e nun te faie male…
si te vive a vita p’’o telegiornale,
fino a qquanno na legge seria,
ce restituisce ‘a libbertà…
e sti BABYmuccusielli stanno nchiuse,
e ’e GRUOSSE buone liberi p’’a città!

N.B. I baby giocano con PISTOLE e  COLTELLI…
ma per sta Legge nostra: Sono sempre… GUAGLIUNCIELLI !

Mahhh… ? MA VI PARE NORMALE?

Evihotrattato©`

END©`iro

A dar voce ai pensieri di Ciro in ESPRESSOnapoletano©`, la voce di un’artista della Compagnia teatrale PUNTO e BASTA, che darà un tocco in più alla espressività del nostro risentimento.

PER CHI NON LEGGESSE BENE IL NAPOLETANO BUON ASCOLTO

Ciro Notaro
Ex funzionario Agenziadelle Entrate di Napoli,
scrive per passione e solidarietà al progetto #Legatialfilo©`
a favore della LEGA DEL FILO D’ORO

 

In uscita il libro dedicato:

“NAPULE storie di strada e contraddizioni”

SPONSOR SOLIDALI :

  • STUDIO Commercialista Dott.ssa LA GATTA MARIA Sant’Anastasia (Na)
  • STUDIO Commercialista Dott. IPPOLITO ANIELLO Napoli
  • Luigi Sorrentino Consulente Assicurativo UNIPOL SAI
    CONSULENTE BPER BANCA  Somma Vesuviana (Na)
  • CONSULENZA Aziendale TELEFONIA & ENERGIA di FLORIO MICHELANGELO – San Giuseppe Vesuviano (Na)
  • COMPAGNIA Teatrale “PUNTO e BASTA” Napoli
  • Felice G. Di Cristo – Consulente Finanziario BPER

Ed un ringraziamento particolare alla redazione de il Gazzettino vesuviano.

 

Share