Sono due italiani, pregiudicati, i soggetti individuati dai Carabinieri quali autori del furto di 70 telefoni cellulari asportati da un negozio di telefonia di Quarto nel giugno del 2019.

I Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli. Oltre agli smartphone i due si impossessarono anche di mille euro in contanti.

Il provvedimento scaturisce da indagini coordinate dalla VII Sezione della Procura della Repubblica di Napoli e svolte dai militari della Tenenza Carabinieri di Quarto Flegreo, nel periodo compreso tra i mesi di giugno e ottobre 2019.

militari della tenenza di quarto flegreo Le indagini sono state condotte con diverse modalità. Sono stati analizzati tabulati telefonici e analizzate le immagini dei sistemi di videosorveglianza privata. Inoltre sono state portate avanti attività di osservazione, pedinamento e controllo che hanno consentito di raccogliere più indizi concordanti nei confronti degli arrestati.

Il furto si era consumato durante la chiusura per pausa pranzo del negozio di telefonia. In quel lasso di tempo i due erano riusciti ad introdursi nel negozio forzando la porta principale. I malviventi avevano asportato ben 70 smartphone di varie marche e il fondo cassa quantificato appunto in mille euro. Portato a termine il colpo erano usciti con dei borsoni a tracolla e si erano dileguati confondendosi tra le persone del posto.

Share