Stamattina a Volla i ragazzi del Liceo “Di Giacomo” hanno manifestato per le vie cittadine per richiedere la messa a disposizione di maggiori aule in vista del prossimo anno scolastico.

Infatti, al Liceo sono giunte moltissime domande di iscrizione proprio per la sede di Volla.
Non avendo, tuttavia, aule a sufficienza alcuni di questi ragazzi potrebbero non essere accolti.

Più aule per le tante iscrizioni : questa la richiesta degli studenti

La componente studentesca si è quindi indirizzata verso il Comune per richiedere al sindaco di mettere a disposizione maggiori spazi e aule. In particolare, i ragazzi chiedono che in attesa della realizzazione del “nuovo liceo”, i cui lavori sembrano si siano bloccati, le aule potrebbero essere prese in prestito dalla vicina scuola De Sica dove pare ci siano almeno tre aule disponibili.

Il primo cittadino Pasquale Di Marzo, in realtà, nonostante questa manifestazione e la richiesta di audizione era programmata da tempo, non era presente in Comune ed ha delegato l’assessore De Lucia. L’assessore alla Pubblica Istruzione, tuttavia, non ha preso impegni rinviando ogni decisione ad un prossimo tavolo tecnico.

In strada con i ragazzi il consigliere Viscovo

volla più classi meno borraccePresente alla manifestazione accanto ai ragazzi anche alcune associazioni territoriali nonché il consigliere di minoranza Andrea Viscovo.

L’ex sindaco raggiunto da noi ha affermato: “Stamattina ero accanto ai ragazzi perché sono convinto che il diritto allo studio vada tutelato in ogni modo. I giovani vollesi sono stati bravi a manifestare in modo educato ed a loro vanno i miei complimenti. Il rammarico è solo la mancanza di risposte certe e celeri da parte di questa amministrazione che, ancora una volta, ha posto in essere il suo sport preferito ovvero rinviare le decisioni senza assumersi responsabilità. Il mio auspicio – conclude Viscovo – è che quanto prima venga adottata una soluzione senza ovviamente pregiudizio per i bambini della De Sica.

Sono certo, infatti, che ci sia la possibilità di contemperare tutti gli interessi senza pregiudizio per nessuno, basta la buona volontà e un po’ coraggio”.

Filippo Raiola

Share