Juve stabia crotone 3 2

Grande match al “Menti” di Castellammare di Stabia con oltre 3000 spettatori ad assistere  alla sfida, una immensa Juve Stabia trionfa dunque contro il Crotone.

L’uomo partita é Bright Addae, ex Crotone che ha segnato in “zona Cesarini” il gol del 3-2 finale.

Il Crotone ha giocato bene, con qualità ma la Juve Stabia di mister Caserta si è dimostrata ancora una volta mostruosa in casa.

I gialloblù erano passati nel primo tempo con Forte, poi il Crotone aveva messo la freccia con i gol di Armenteros e Benali, quindi la perla di Calò su punizione per il 2-2 del primo tempo. Nella ripresa gli stabiesi sono determinati, il Crotone prova a vincere ma alla fine viene punito dall’incornata di Addae.

La Juve Stabia si schiera con il 4-3-1-2 con Bifulco dietro le punte Forte e Canotto. In difesa ritorna Troest dopo la squalifica. Il Crotone risponde con il 3-5-2 con Messias, Simy e Armenteros in avanti, quindi tutta l’artiglieria pesante.

La partita

player

I gialloblù partono con buon piglio, al 5′ Bifulco cicca una palla in area calabrese e non riesce a concludere.

Al 7′ Forte se ne va sulla sinistra, cross per Canotto che di testa mette alto sulla traversa.

Gli stabiesi premono a più non posso e passano al 14′: corner teso da destra di Calò e in area piccola devia Forte mettendo la palla in rete. Per lo Squalo gialloblù è il gol numero 11.

Il Crotone si riversa in attacco e al 16′ va vicino al pari: il difensore Fazio sbaglia l’appoggio, Benali guadagna palla e il suo tiro dal limite sfiora il palo alla sinistra di Provedel.

Il match si infiamma: al 20′ Vitiello salva su Armenteros in area, praticamente con l’attaccante ospite a tu per tu con Provedel, sulla ripartenza scappa Canotto che si parare il tiro a botta sicura da Cordaz.

Al 24′ pari del Crotone: grande azione dei calabresi, la difesa stabiese si apre, Simy fa un assist al bacio di tacco per Armenteros che realizza la rete dell’1-1.

Il Crotone raddoppia al 34′: dormita generale della difesa stabiese, arriva da dietro Benali che sottoporta realizza. I gialloblù protestano per una rimessa laterale invertita dal guardalinee.

La Juve Stabia è viva: pareggio di Calò al 37′ su gran punizione diretta dai 25 metri.

Il Crotone riparte e al 39′ Armenteros severamente Provedel con un gran diagonale.

I calabresi sono fortissimi davanti e la Juve Stabia soffre in retroguardia. Al 45′ gran giocata di Canotto in area ospite, il suo tiro a botta sicura viene sventato alla grande dal difensore Marrone in scivolata.

La partita è intensa fino alla fine e sull’ultima azione degli ospiti Barberis dal limite impegna Provedel in un grande intervento. Il primo tempo termina sul 2-2.

Ad inizio ripresa al 5′ Messias coglie la traversa direttamente da corner da destra. La Juve Stabia si mette ora con il 4-2-3-1 con Bifulco e Canotto sulle fasce, Mallamo interno e il solo Forte davanti.

Al 17′ mischia in area del Crotone ma Vitiello non concretizza. Al 20′ gran corner di Calò che prende la traversa poi la palla danza in area ospite, ci provano Forte prima e poi  Bifulco ma i loro tiri vengono rimpallati dalla difesa. Juve Stabia vicina al gol.

Al 35′ se ne va Mazzotta sulla sinistra, il suo.tiro viene neutralizzato da Provedel in uscita. Il Crotone ora spinge per l’assalto finale. Gran qualità di palleggio per la formazione di mister Stroppa. Al 39′ il Crotone segna, ma il guardalinee segnala un offside su Mazzotta.

Il finale è vibrante. La Juve Stabia tiene bene e cerca le ripartenza.

Al 44′ testa di Addae su corner da sinistra e grande gol dell’ex che prende l’ascensore e realizza il 3-2 in un Menti da bolgia dantesca . Dopo 4 minuti di recupero la Juve Stabia può festeggiare per una magica vittoria.

L'ex del Crotone

Tabellino

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel 7; Vitiello 6.5 Fazio 6 Troest 6.5 Germoni 6; Addae 8 Calò 7.5 Mallamo 6; Bifulco 6 (26′ st Elia sv, dal 33′ st Ricci 6); Forte 6.5 Canotto 6 (41′ st Rossi sv). A disp.: Polverino, Allievi, Melara, Rossi, Di Gennaro, Izco, Mezavilla, Tonucci,  Buchel. Allenatore Caserta 7.

Crotone (3-5-2): Cordaz 6 ; Curado 5.5 Marrone 6 Cuomo 5.5; Messias 6.5 Gerbo 6 (22′ st Mustacchio 6) Benali 6.5 Barberis 6.5 Molina 6 (34′ st Mazzotta 6.5); Armenteros 7 (19′ st Crociata 6) Simy 6,5. A disp.: Figliuzzi, Festa, Golemic, Gigliotti, Spolli, Jankovic, Gomelt, Lopez, Rutten. Allenatore: Stroppa 6.5.

Arbitro: Massimi di Termoli 5. Guardalinee: Raspollini-Mokhtar. Quarto uomo: Robillotta di Sala Consilina.

Marcatori: 14′ pt Forte  (JS), 24′ pt Armenteros  ( C ), 34′ pt Benali ( C ), 37′ pt Calò  (JS), 44′ st Addae (JS).

Ammoniti: Germoni (JS), Addae  (JS), Gerbo ( C ), Marrone ( C ), Fazio (JS), Bifulco (JS), Curado  ( C ).

Note: spettatori 3398 (abbonati 2660, paganti 738 di cui 105 ospiti). Angoli 10-10. Recupero, pt 1′, st 4′.

Sala stampa

La Juve Stabia vince in fotofinish grazie al gol dell’ex Bright Addae, ma vediamo anche una curiosità: il 26 dicembre 2012 Addae, allora nel Crotone, segnò per i calabresi, ma la Juve Stabia vinse per 3-1 in quel match di serie B.

Queste le analisi del match da parte dei protagonisti.

Mister Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone:

“Il Crotone ha fatto una grande partita, ma gli avversari sono stati bravi. Conoscevamo la forza della Juve Stabia. C’è da valutare come abbiamo subito il gol da calcio d’angolo che secondo me non c’era.

stroppa

E’ demerito nostro non aver fatto gol, non abbiamo concretizzato le tante palle gol, anche se abbiamo avuto tante occasioni. Secondo me anche se avessimo preso un punto, sarebbe stato poco.

Nove sconfitte per noi?

Danno fastidio ma non dobbiamo perdere la testa. Quello che è stato fatto finora, è stato eccezionale. Negli episodi e nelle palle inattive non siamo stati all’altezza della nostra classifica. Abbiamo comunque fatto una grande prestazione contro una forte Juve Stabia”.

Mister Caserta, allenatore della Juve Stabia:

“E’ stata una grande partita, molto aperta . Entrambe potevano vincere.  Il Crotone è la miglior per livello di gioco. Ha giocato a viso aperto qui. Per noi la vittoria ha un sapore doppio.

caserta

Abbiamo fatto alcuni errori, c’é da dire che la qualità del Crotone è alta. Però la mia squadra è stata davvero eccellente, perché ha combattuto contro avversari fortissimi. Siamo stati bravi a sfruttare le palle inattive. La squadra ci ha creduto fino alla fine.

Infortunati?

Peccato per Elia che è uscito subito. Tonucci sta recuperando, idem Cisse’.

Per quanto riguarda gli schemi, studio le squadre avversarie, poi abbiamo grandi qualità con Calò nelle palle inattive.

Quota salvezza?

Ora siamo a 32 punti. Noi non guardiamo la classifica. La quota può essere 42-43 per la salvezza, però la classifica è corta, a parte il Benevento. Noi dobbiamo fare punti partita dopo partita.

Mastalli?

Speriamo che possa rientrare presto però ci vuole ancora un po’ di tempo.

Cambio modulo?

Nella ripresa siamo passati al 4-2-3-1 per cercare di limitare il possesso palla del Crotone”.

Giacomo Calò, centrocampista della Juve Stabia

“Avevamo provato le punizioni ieri in rifinitura. Ne avevo calciare diverse così. Ci dà fiducia questa vittoria contro la seconda in classifica. Fa piacere fare assist, sono arrivato a quota dieci, ed é un nostro punto di forza.

Il mio modello?

Studio Pianjc con i video. Oggi sono tre punti pesanti come quelli contro Chievo e Trapani”.

Domenico Ferraro

Share