Se da una parte si è fatto un importante passo avanti per la qualificazione alla finale di Coppa Italia, dall’altra si ristagna in posizioni non nobili della classifica di Serie A. Il Napoli arriva alla sfida di domani alle 18 contro il Cagliari dopo una settimana che porta in eredità la pesante sconfitta casalinga contro il Lecce di domenica e l’ottima vittoria a San Siro contro l’Inter. Gli azzurri continuano ad evidenziare il proprio bipolarismo, che li porta ad ottimi risultati e prestazioni contro le big e a magre figure contro le cosiddette squadre minori.

Cagliari davanti in classifica, ma Napoli favorito

Quella di domani alla Sardegna Arena è una partita a doppia faccia. Il Cagliari infatti è davanti al Napoli in classifica (ottavi i sardi, undicesimi i partenopei), ma per il valore e la qualità delle rose gli azzurri appaiono come favoriti. Anche se Gattuso in conferenza stampa ha ribadito che i suoi non devono mai sentirsi superiori agli avversari, data anche la brutta posizione in classifica, e vivere ogni partita come a se stante.

Koulibaly, Lozano e Milik infortunati, Allan out per scelta

Mancheranno diversi elementi al coach calabrese: out per infortunio Koulibaly, Lozano e Milik, mentre fuori per scelta tecnica Allan. “Non si è allenato come volevo io. Se cammini invece di correre non meriti di giocare. Nessun rancore, se da lunedì mi dimostrerà di allenarsi come si deve, non avrò problemi a schierarlo titolare contro il Brescia”, queste le parole del mister per spiegare l’esclusione del centrocampista brasiliano.

Manolas-Maksimovic centrali, dopo tre mesi Ghoulam in panchina

Vige sempre l’incertezza sul titolare nel ruolo di portiere. Ospina è reduce da una brutta prova con il Lecce e da una ottima invece contro l’Inter, potrebbe essergli preferito Meret, ma ad ora il favorito è l’estremo difensore colombiano. La defezione di Koulibaly porterà alla certa conferma della coppia Manolas-Maksimovic; ai loro fianchi Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra. A proposito di fascia mancina, è giunto l’inaspettato rientro tra i convocati di Ghoulam, che mancava dal 27 ottobre e riceve la prima chiamata da Gattuso. L’algerino siederà in panchina, ma difficilmente calcherà il prato sardo.

Probabile promozione per Fabian, in attacco si rivede il tridente Callejon-Mertens-Insigne

A centrocampo, oltre agli immancabili Demme e Zielinski, dovrebbe arrivare il rinnovo della fiducia per Fabian Ruiz, a seguito del grande gol e dell’incoraggiante prestazione di Milano. Lo spagnolo è però insidiato da Elmas, un altro giocatore che ha ben figurato nell’andata delle semifinali di coppa. In avanti con l’assenza di Milik spazio a Mertens al centro dell’attacco e a Insigne e Callejon sulle ali. Si va a riformare il tridente d’attacco che aveva incantato l’Italia e l’Europa ai tempi di Sarri.

Al Cagliari mancherà Nainggolan, insieme a Joao Pedro sulla trequarti Pereiro

Il Cagliari dovrà rinunciare al leader carismatico e tecnico della squadra, Radja Nainggolan, stoppato dal giudice sportivo. Mancheranno inoltre gli ex Rog e Pavoletti: il croato è fuori da un mese per una distrazione ai flessori, mentre il centravanti italiano appena rientrato ha subito di nuovo la lesione del crociato, stesso infortunio che lo aveva tenuto fermo per gli ultimi cinque mesi. Maran opterà per un 4-3-2-1 con Cigarini, altra vecchia conoscenza azzurra, in cabina di regia e la coppia formata da Joao Pedro e il neoacquisto Pereiro a supporto di Simeone.

PROBABILI FORMAZIONI

Cagliari (4-3-2-1): Cragno; Mattiello, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Pereiro, Joao Pedro; Simeone. All. Maran

 

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. All. Gattuso

Salvatore Emmanuele Palumbo

Share