Nei giorni scorsi nuovi interventi sono stati effettuati dalla locale Polizia Municipale agli ordini del Ten. Col. Giuseppe Formisano tesi alla verifica della corretta occupazione di suolo pubblico sull’intero territorio del Comune.

A seguito di tali controlli sono stati elevati diversi verbali per violazione dell’art. 20 del codice della strada che sanziona l’occupazione di suolo pubblico senza autorizzazione in via Fraustino, via Rossi, via Dante Alighieri.

Elevate le multe principali pari a 173 euro di sanzione amministrativa pecuniaria nei confronti degli abusivi, il personale della Polizia Locale ha provveduto a richiedere all’ufficio comunale SUAP -sportello unico attività produttive- la chiusura dell’attività commerciale in attuazione della legge 77/97, art. 6, che sanziona l’occupazione di suolo pubblico in violazione di regolamenti comunali o di leggi da parte di operatori di commercio a posto fisso e su aree pubbliche nonché per l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.

Tale disposizione stabilisce che in caso di recidiva nella predetta violazione, l’ufficio SUAP, dispone, previa diffida, la sospensione dell’attività per un periodo non superiore a tre giorni.

E’ proprio questo che hanno chiesto i caschi bianchi all’ente nel caso in cui le attività commerciali contravvenzionate non si dovessero uniformare al rispetto delle norme vigenti.

In passato già diverse attività commerciali sono state chiuse per inottemperanza all’ordine di rimozione del materiale che occupava illecitamente il suolo pubblico.

Share
Condividi
PrecedenteNapoli è…
SuccessivoUn Mediterraneo d’autore. Incontro culturale a Volla
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.