Lunedi 2 Marzo il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca insieme al Sindaco Raffaele Russo hanno, con il taglio del nastro, avviato il cantiere di via Passatelli nelle vicinanze del centro sportivo Giuseppe Leone sulla strada che collega Pomigliano ad Acerra, per la costruzione del primo impianto di compostaggio in Campania, il primo dei 15 annunciati dal piano regionale di qualche tempo fa.

Vincenzo De Luca dichiara che dopo aver modificato il piano di gestione dei rifiuti solidi urbani e rifiutato altri termovalorizzatori si è completata l’impiantistica della lavorazione a freddo dei rifiuti organici con la progettazione degl’impianti di compostaggio compatibili con l’ambiente e non nocivi per la salute e grazie all’adesione al bando regionale nel 2017 della città di Pomigliano con questa giornata si potrà procedere alla costruzione dell’impianto

Quello del Comune di Pomigliano d’Arco avrà una capacità di trattamento pari a 24mila tonnellate annue di cui 18mila per il trattamento della frazione organica da raccolta differenziata e 6mila per il trattamento della frazione verde e della ramaglia. L’attuazione del progetto di costruzione, aggiunge il primo cittadino, porterà ricadute positive per l’intera città in primis la riduzione della tassa sui rifiuti perché non dovendo più trasportare in Veneto i rifiuti della città per la cifra di 230 euro a tonnellata ci saranno meno spese da affrontare.

La giornata è proseguita nella sala dell’Ex Distilleria dove si è affrontata la tematica del ciclo dei rifiuti. Sono intervenuti l’assessore alle Politiche Sociali Mattia De Cicco, l’assessore all’Ambiente di Pomigliano d’Arco Mariagrazia Tartari la quale ha dichiarato che il 2 marzo segna una giornata importante per la città, una città che si dimostra moderna e lungimirante nelle sue scelte che avranno ricadute positive per l’economia e per l’impiego visto che sono previsti aumenti di posti di lavoro. E’ intervenuto anche il vice presidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola del Partito Democratico che ha ringraziato la comunità di Pomigliano per aver sostenuto la scelta. L’Ingegnere progettista dell’impianto, Antonio De Falco, ha poi concluso la Kermesse con la spiegazione tecnica di come funzionerà l’impianto e il processo di compostaggio nelle sue diverse fasi.

Intanto la consigliera Regionale Campana e cittadina Pomiglianese Valeria Ciarambino con i consiglieri comunali del Movimento Salvatore Cioffi e Salvatore Esposito, in una diretta social dal cantiere, hanno manifestato la loro indignazione contro questa decisione. La battaglia che da tempo stavano conducendo a livello comunale e regionale, purtroppo non ha prodotto i risultati da loro sperati.

La lettura di questo epilogo è solo in chiave politica, dichiara la Ciarambino: “L’atteggiamento arrogante di prendere decisioni che impattano sulla vita dei cittadini, senza chiederne l’opinione e il consenso, adottato dal sindaco Russo non è da meno a quello assunto dal Governatore De Luca e non è un caso che saranno compari alle prossime elezioni sia comunali che regionali”. Il regalo per i cittadini Pomiglianesi come risultato di questo spot elettorale sarà un mega impianto di monnezza che danneggerà ulteriormente un territorio già massacrato.

Cinzia Porcaro

Share