Gragnano: I barbieri invitano a non chiamare per i servizi a domicilio

Era necessario dare uno stop alle attività, non solo per un aspetto etico e morale, ma anche e soprattutto in virtù dei Decreti del Governo Italiano, delle Ordinanze Regionali e di quelle del Sindaco di Gragnano

737
Barbieri a Gragnano

Il Comitato “Barbieri uniti di Gragnano” comunica di essere vicino a tutta la cittadinanza in questa fase di emergenza nazionale.

Nonostante la sospensione delle nostre attività, restiamo comunque in contatto virtualmente con tutti i nostri clienti.

La relazione con i nostri clienti è fondamentale, e le nostre botteghe sono luoghi ospitali e rilassanti, dove si trascorrono alcuni minuti della propria giornata, e dove ci si sente a casa.

Nonostante tutto questo faccia parte della vita sociale di un paese, e dei suoi usi e costumi, era giusto fermarsi per limitare il contagio da nuovo coronavirus, attenendosi alle forme di distanziamento sociale, dettate dal Ministero della Salute Italiano.




Era necessario dare uno stop alle attività, non solo per un aspetto etico e morale, ma anche e soprattutto in virtù dei Decreti del Governo Italiano, delle Ordinanze Regionali e di quelle del Sindaco di Gragnano, dove, tra le altre cose, viene specificato chiaramente il divieto delle attività di servizi alla persona, fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti, anche se prestati a domicilio.

A tal proposito ricordiamo:

1) che nell’Ordinanza della Regione Campania n.10 del 3 marzo 2020 si dispone, fino al 3 aprile 2020, e su tutto il territorio regionale, la sospensione delle attività: “negozi di barbiere, parrucchiere, centri estetici”;

2) che nel DPCM del Governo italiano dell’11 marzo 2020 è prevista la sospensione dell’attività di parrucchieri, barbieri ed estetisti;

3) che nell’Ordinanza del Sindaco di Gragnano n.19 del 12 marzo 2020, al punto A.2), vengono vietate le seguenti attività: “i servizi alla persona, fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti, anche se prestati a domicilio”.

Certi di una maggiore attenzione e collaborazione per limitare il più possibile il contagio da coronavirus, continuiamo ad attenerci regolarmente, e come già stiamo facendo da tempo, ai decreti e alle ordinanze emanate.

Barbieri uniti di Gragnano

Andrea Ippolito



Share