In un momento di grande emergenza, in cui gli ospedali campani sembrano già collassare, arriva una buona notizia. Ne dà comunicazione l’Unità di Crisi  della Regione Campania attraverso un comunicato stampa nella serata di ieri.

Dieci ventilatori polmonari, destinati alla terapia intensiva per fronteggiare il Covid 19, sono stati consegnati alla Regione che provvederà a smistarli fra le strutture ospedaliere e aziende sanitarie del territorio campano, nel più breve tempo possibile.

Una boccata d’ossigeno, seppur minima, per un comparto ospedaliero già in seria difficoltà. Un annuncio che è stato accolto positivamente e che darà la possibilità di  rendere operativi da subito nuovi posti di terapia intensiva. I dieci ventilatori, che si aggiungo ai cinque già precedentemente consegnati ed utilizzati, verranno distribuiti tenendo conto delle situazioni locali.  «La distribuzione farà riferimento alle esigenze e della reale possibilità di attivare immediati posti letto di terapia intensiva. Nella distribuzione l’Unità di Crisi ha rispettato le indicazioni del Presidente Vincenzo De Luca sulla priorità da dare ad Avellino», si legge in una nota della Unità di Crisi.

In Irpinia, infatti, dove la criticità si è sin da subito palesata, arriveranno ben quattro ventilatori polmonari di cui 3 all’Ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino ed uno all’Asl di Avellino.

Gli altri ventilatori saranno così ripartiti : 1 Asl Caserta – Maddaloni, 1 Ospedale Caserta – Sant’Anna, 1 Ospedale Cardarelli Napoli, 1 Ruggi D’Aragona – Salerno, 1 Asl di Salerno – Scafati, 1 San Pio di Benevento