Codacons: “Le regioni requisiscano con urgenza posti letto in terapia intensiva e subintensiva”

Reparti che ora dovranno essere sottoposti a requisizione cautelativa urgente allo scopo di garantire le necessarie cure ai malati di coronavirus

74
terapia posti letto

A fronte dell’aggravarsi dell’emergenza coronavirus in Italia il Codacons ha inviato oggi una diffida a tutte le Regioni affinché “adottino misure eccezionali per incrementare i posti letto in terapia intensiva da destinare alla cura dei pazienti affetti da Covid-19”.

Spiega il Codacons

“Mentre infatti aumenta in modo vertiginoso il numero dei contagiati negli ospedali pubblici del Nord Italia i reparti di rianimazione sono oramai al collasso e a breve non potranno più assicurare le cure in terapia intensiva per mancanza di posti letto disponibili.




Per tale motivo inviamo oggi una diffida alle Regioni affinché, come previsto dalla legge, requisiscano con urgenza posti letto in terapia intensiva e subintensiva presso tutte le cliniche sanitarie private presenti sul territorio, da destinare alla cura dei pazienti contagiati da coronavirus delle regioni d’Italia i cui ospedali hanno raggiunto il livello di saturazione”.



Nella diffida il Codacons ha indicato anche un elenco di strutture private presenti nelle varie regioni e che, in base a una ricerca condotta dall’associazione, disporrebbero di reparti di terapia intensiva e subintensiva.

“Reparti che ora – ha chiesto il Codacons – dovranno essere sottoposti a requisizione cautelativa urgente allo scopo di garantire le necessarie cure ai malati di coronavirus”.

da codacons.it



Share