vietato joggingIl bollettino serale dell’Unità di crisi della Regione Campania parla di di 164 nuovi positivi a fronte di 1566 tamponi eseguiti oggi. Una percentuale del 10,47% dei tamponi esaminati.

Nel dettaglio questi i dati provenienti dai laboratori degli ospedali campani che hanno effettuato le verifiche dei test:



Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 298 tamponi di cui 16 positivi;
Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 198 tamponi di cui 17 positivi;
Ospedale Sant’Anna: sono stati esaminati 48 tamponi di cui 5 positivi;
Asl Caserta presidi ospedalieri di Aversa e Marcianise: sono stati esaminati 104 tamponi di cui 15 positivi;
Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 114 tamponi di cui 9 positivi;
Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 57 tamponi di cui 9 positivi;
Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 700 tamponi di cui 84 positivi;
Ospedale Santa Maria Della Pietà di Nola: sono stati esaminati 17 tamponi di cui 6 positivi;
Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 30 tamponi di cui 3 positivi.

Il totale complessivo dei positivi in Campania sale così a 2231 casi accertati in regione, su un totale complessivo di 15.728 tamponi prelevati.

 

In Campania è vietato fare jogging e passeggiare sotto casa

Intanto il governatore De Luca attacca frontalmente il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese (nella foto in basso) con un post sulla sua pagina. Il presidente ha le idee ben chiare. In Campania  vige e resta ben saldo il divieto di uscire di casa, anche solo per passeggiare o fare attività motoria.

Nella regione campana in attesa del picco epidemiologico che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane, il governatore  De Luca non intende abbassare la guardia e ribadisce con fermezza che restano in vigore tutte le misure di contenimento adottate per affrontare l’emergenza Coronavirus. Inconcepibile l’apertura, lo spiraglio offerto dal governo.



Così De Luca nel suo messaggio: “Considero gravissimo il messaggio proveniente dal Ministero dell’Interno, relativo alla possibilità di fare jogging e di passeggiare sotto casa. Si trasmette irresponsabilmente l’idea che l’epidemia è ormai alle nostre spalle. Si ignora tra l’altro, che vi sono realtà del Paese dove sta arrivando solo ora l’ondata più forte di contagio”.

La reazione è derivata dalla concessione prevista dalla nuova circolare del Viminale che prevede la possibilità per un genitore di camminare con i propri figli minorenni nelle vicinanze della propria abitazione, così come resta possibile camminare non allontanandosi dal proprio domicilio.  E mentre il nord travolto dal dolore piange i suoi morti, il sud inizia ora la sua guerra e non verranno ammesse proroghe o permissivismi vari.

Non abbassare la guardia!

“Si rischia, per una settimana di rilassamento anticipato, di provocare una impennata del contagio.

Ribadisco che in Campania rimane in vigore l’ordinanza regionale, derivata da motivi di tutela sanitaria, la cui competenza è esclusivamente regionale.

Si ribadisce che è assolutamente vietato uscire a passeggio o andare a fare jogging”.

Share