Pubblicato l’annuncio ufficiale sui siti istituzionali da L’Ambito Sociale N 30, di cui fanno parte i comuni di Torre Annunziata (capofila), Boscoreale, Boscotrecase e Trecase.

Sempre sui siti, i residenti dei comuni menzionati, possono scaricare lo schema di domanda affinché le famiglie più indigenti possano beneficiare dei ticket per un valore che va dai 200 fino ai 350 euro. Le istanze vanno presentate tramite e-mail o WhatsApp entro il 3 di aprile.




Possono fare domanda tutti coloro che alla data di presentazione non percepiscano alcuna fonte di reddito e che dal 1 gennaio al 29 febbraio 2020 abbiano prodotto un reddito lordo non superiore ai 3.500 euro.

Qualora i fondi stanziati ai singoli Comuni siano più che sufficienti a soddisfare le domande dei richiedenti senza alcun tipo di reddito, potranno usufruire dei buoni spesa anche coloro che percepiscono un sostegno pubblico. Sarà fondamentale però specificare di quale tipo di sostegno si beneficia già (RdC, REI, CIG, Naspi, pensione, ecc) e il relativo importo.

Possono presentare il modulo di richiesta anche tutti i commercianti che hanno chiuso definitivamente la loro attività in seguito all’emergenza coronavirus. Per quanto riguarda i negozianti e le partite IVA che hanno sospeso momentaneamente la loro attività, potranno inviare la domanda per ricevere il contributo pari a 600 euro per il mese di marzo 2020, previsto dal D.L. “Cura Italia”.




Le domande per i buoni spesa vanno inoltrate per via mail ai seguenti inidirizzi:

Per il Comune di Torre Annunziataemergenzaspesatorreannta@gmail.com

Per il Comune di Boscorealeemergenzaspesabreale@gmail.com

Per il Comune di Boscotrecaseemergenzaspesabtrecase@gmail.com

Per il Comune di Trecaseemergenzaspesatrecase@gmail.com

Se si sceglie di inviare la richiesta tramite WhatsApp il numero da utilizzare è il 348.3883985. Il cittadino è invitato, qualora inviasse il modulo via WhatsApp, ad inoltrare una foto inequivocabile e leggibile sia dello stesso modulo che del documento di identità in corso di validità e, al momento del ritiro dei buoni spesa, sarà tenuto a sottoscrivere il modulo personalmente.

Emanuela Francini

Share