Il bollettino di oggi dell’Unità di Crisi della Regione Campania riporta dati ancora preoccupati anche se il numero dei tamponi esaminati oggi è relativamente alto. Ben 1822 quelli passati ai controlli dei laboratori campani che hanno evidenziati ancora altri 221 persone colpite dal virus. I dati dei laboratori sono i seguenti:



– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 485 tamponi di cui 51 positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 282 tamponi di cui 28 positivi;
– Ospedale Sant’Anna di Caserta: sono stati esaminati 179 tamponi di cui 2 positivi;
– ASL di Caserta presidi di Aversa e Marcianise: sono stati esaminati 202 tamponi di cui 33 positivi;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 144 tamponi di cui 26 positivi;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 25 tamponi di cui 1 positivo;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 488 tamponi di cui 77 positivi;
– Ospedale San Pio di Benevento: sono stati esaminati 28 tamponi di cui 3 positivi

Il totale complessivo dei positivi in Campania è ora di 2.677 a fronte di 19.237 tamponi effettuati dall’inizio dell’epidemia.



De Luca chiede altri 300 militari

Il governatore Vincenzo De Luca intanto richiede l’invio urgente di altre 300 unità di appartenenti alle forze armate per rinforzare i controlli nelle strade. E’ la richiesta è stata inoltrata al Prefetto di Napoli per organizzare “la predisposizione di un massiccio servizio di controllo da parte delle forze di polizia e delle forze armate in alcune realtà dove si registrano picchi di contagio”.

Nella nota della Regione si parla di Torre del Greco dove si è registrato un picco di 40 casi e una presenza irresponsabile e diffusa di persone nelle strade cittadine. Ma il governatore parla anche di Casoria, Afragola e delle strade centrali di Napoli. E’ necessario richiamare ogni cittadino a comportamenti responsabili. Ma è necessario, evidentemente un controllo più capillare e anche una attività repressiva.




Share