Si riaccendono i riflettori sul comune di Cercola per quel che riguarda l’indagine sui concorsi truccati nell’area vesuviana, indagine che ha già sconvolto la vita politica del vicino comune di Sant’Anastasia con l’arresto dei vertici comunali.



Rientra a pieno titolo nella faccenda anche il sindaco cercolese Vincenzo Fiengo tirato in ballo, nella brutta faccenda di corruzione, dalle dichiarazioni di Egizio Lombardi, componente delle commissioni giudicatrici e Alessandro Montuori,  titolare della società salernitana che ha gestito le prove scritte.

Dopo le dichiarazioni del primo cittadino sul suo profilo social, a lanciarsi nella polemica anche l’ex sindaco Pasquale Tammaro che ha voluto scrivere una lettera aperta al primo cittadino di Cercola, dal titolo “Concorsopoli e dintorni”.

Le dichiarazioni del Fiengo restano oggettivamente generiche e non parlano di quali azioni intenda intraprendere per difendere il suo buon nome e soprattutto quello del Comune di Cercola. E allora è proprio Tammaro ad entrare nel merito ponendo domande mirate, per certi versi provocatorie, ma alle quali di certo a molti cercolesi piacerebbe leggere soprattutto le risposte o constatare degli atti concreti.



Questo il testo della lettera:

Egregio sig. sindaco ho letto con estrema attenzione il suo comunicato inerente l’eventuale Concorsopoli presso il comune di cui ella è il massimo rappresentante.

Nel restare allibiti nel leggere  le dichiarazioni del Montuori riportate da alcuni organi di stampa in cui lo stesso afferma che: “Anche i concorsi a Cercola venivano alterati nell’esito essendo stato avvicinato da un assessore del comune di Cercola che  gli chiedeva di favorire alcuni soggetti segnalati dal sindaco del suo comune. Per cui  alterava le prove preselettive in ragione delle preferenze manifestategli e indicava in Lombardi Egizio un membro di commissione su esplicita richiesta dell’assessore stesso”.



Concesso come assunto che Ella rappresenta l’ETICA nella sua essenza e che come ha avuto in precedenza a dichiarare “Ha ridato Dignità ai cercolesi”, mi sia permesso farle alcune domande:

  • Che vantaggio ne trarrebbe il Montuori nel coinvolgere Lei ed il suo assessore atteso che in altri comuni (vedi Pomigliano) in cui la sua agenzia ha gestito i concorsi dichiara che il sindaco e la giunta sono estranei a tutto?
  • Come spiega la coincidenza delle dichiarazioni del Montuori con i componenti dei membri delle commisioni?
  • Come intende eventualmente agire nei confronti dei presidenti di commissione?
  • Come intende eventualmente agire nei confronti del suo assessore?
  • Come intende eventualmente agire nei confronti di chi vi accusa?
  • Come intende eventualmente agire nei confronti dei vincitori e degli idonei?

Attendendo fiducioso, sono certo che avrà una risposta ed una soluzione che renda giustizia a tutti i Concorrenti ed alle aspettative dei suoi amministrati.

Dr. Pasquale Tammaro

Share