L’asilo nido “Il Koala” ci descrive la situazione creatasi con l’emergenza covid-19, intende inoltre sottoporre alle autorità competenti il caso dei servizi educativi privati per i bambini da 0 a 6 anni.




Le titolari Maria Tramparulo, Mariarita Calvanico e Francesca Cuomo, consapevoli della particolare attenzione verso una categoria a rischio e soprattutto delle difficoltà volte a gestire anche le minime misure di sicurezza, chiedono di non essere abbandonate al loro destino.

I servizi educativi privati si basano esclusivamente sulle rette delle famiglie, di conseguenza con la chiusura risulta difficile sostenere le spese, pertanto si chiede un intervento mirato al sostegno delle strutture.




In particolare sarebbe opportuno pensare ad un contributo sui fitti ed una sospensione dei contributi e delle utenze per i mesi di chiusura.

In alternativa si chiede di soccorrere le imprese come la nostra con un contributo che consideri la copertura delle spese obbligatorie fino alla ripresa delle nostre attività.

I servizi educativi dai 0 ai 6 anni privati, nascono per colmare un’esigenza reale e concreta sul territorio, ma senza i giusti aiuti una buona parte rischia la non riapertura incrementando il problema della disoccupazione di figure competenti ed un danno alle famiglie che usufruiscono delle nostre strutture.




Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano