Un’estate al mare con Skiply. Adottata a Caserta una App che faciliterà la vita di bagnanti, operatori balneari e sindaci.

Con l’avvio della Fase2, si riaccendono i motori dell’economia, ma anche i sogni e le speranze di un’estate al mare. Fervono i preparativi su tutti i litorali italiani e, tra dubbi e incertezze, si fa il punto della situazione  e si mettono in campo tutte le attrezzature e i dispositivi di sicurezza necessari. Complice anche il bel tempo, cresce la voglia di sole e di mare, ma tra i divieti di spostamenti fuori regione e il timore dei viaggi all’estero, le vacanze saranno riconvertite su spiagge nostrane.

Non si prospetta un’estate facile né tantomeno “normale”, eppure sindaci e operatori balneari provano a organizzarsi, stilando regolamenti, discutendo sulle modalità di ingresso e sosta negli stabilimenti, sulle spiagge libere, nei lidi, ma anche nelle piscine comunali e negli acquapark.

E mentre si attendono ancora indicazioni dal governo, a Caserta la CNA Balneari Campania Nord adotta  Skiply, una App che dovrebbe rendere più agevole e piacevole una vacanza che avrà, già di per sé, tante limitazioni e complicazioni. Questa App permetterà ai bagnanti di poter scegliere e prenotare comodamente da casa lo   stabilimento o la piscina, i lettini, le sdraio ed eventualmente anche un caffè o un aperitivo, senza rischiare assembramenti o lunghe file. Per i gestori dei lidi e delle piscine sarà un modo per scaglionare ingressi e permanenza e conoscere in anticipo il numero dei bagnanti e i servizi richiesti.

“La piattaforma – ha dichiarato  Vincenzo Santo della CNA Balneari – ci permetterà di osservare le restrizioni e le regole che l’emergenza sanitaria impone, ma anche di capire meglio i nostri ospiti e di offrire loro nuovi servizi”.

La App creata da due casertani Francesco Califano (head of Business development manager) di Giddy Up e da Vincenzo Striano (head of Technical Mevelopment), Ceo di Shift-left, sarà di supporto anche ai sindaci  nella la gestione delle spiagge libere e delle piscine comunali. Grazie a Skiply si potranno regolare ingressi, filtrandoli per residenza, fascia oraria ed età, nonché evitare assembramenti ai varchi vigilati dalla polizia municipale, dalla protezione civile o da associazioni di volontariato.

“La forza di Skiply – dichiarano Califano e Striano – è l’estrema versatilità. Può adattarsi a ogni esigenza, fino a sembrare una App nativa, perché alla solidità tecnica unisce la capacità di imparare dall’esperienza dell’utente. Fornisce dati e report che permetteranno a sindaci e gestori, nel rispetto della privacy, di valutare la qualità dei servizi, le reazioni e la soddisfazione di chi ne usufruisce e i punti dove intervenire, in un processo di miglioramento continuo”.

Skiply che sarà scaricabile gratuitamente dal 20 maggio è compatibile sia con i sistemi operativi Google Android che Apple Ios.

Share