Su disposizione della Procura di Vallo della Lucania in provincia di Salerno, la Guardia di Finanza, ha sequestrato, su tutto il territorio nazionale, oltre 10.000 confezioni da 500 ml di gel igienizzante, in vendita anche on-line.

Il problema delle sostanze utilizzate per produrre gli igienizzanti è dato dal fatto che siamo davanti ad un prodotto che sicuramente igienizza, ma deve essere subito dopo risciacquato perchè dannoso per la pelle.

In particolare, i Finanzieri della Compagnia di Agropoli, hanno notato, in alcuni negozi di Agropoli e Capaccio-Paestum, diversi flaconi di un gel igienizzante per le mani, la cui etichetta ne esaltava la proprietà battericida e ne ammetteva l’utilizzo senz’acqua.

Dagli esami, invece, come detto, è emerso che il gel, prodotto e posto in commercio da una società di Brusciano in provincia di Napoli, era composto da una particolare miscela chimica, il cui utilizzo, in base alle norme comunitarie in materia, impone l’immediato risciacquo.

Il ministero della Sanità ha certificato che l’igienizzante sarebbe stato prodotto con ingredienti non ammessi, specificando che la sostanza contenuta è vietata nei prodotti senza risciacquo, per problemi legati all’insorgenza di allergie cutanee.

Share