Il movimento Gilet Arancioni oggi in tutte le piazze d’Italia

"Partiamo dal popolo per chiedere la fine del Governo Conte, l’elezione di un nuovo Parlamento e di un nuovo capo dello Stato, e per porre fine alla dittatura sanitaria in atto"

203
movimento gilet arancioni milano roma napoli

In questo momento si sono incontrati in tutte le piazze d’Italia, migliaia di persone, capitanate dal generale Pappalardo, presidente del movimento ‘Gilet Arancioni’.

Nelle principali piazze italiane come Milano (piazza Duomo), Roma (piazza Venezia), Torino, Trento, Napoli (piazza Plebiscito), Palermo, Pescara ed in tante altre città, i cittadini si sono ritrovati per protestare contro il Governo Conte al grido unanime: “Libertà, libertà, libertà“.


I gilet arancioni vogliono tornare ad elezioni immediate attraverso votazioni che portino al governo rappresentanti effettivamente eletti dal popolo italiano.

Ma non pretendono solo questo, infatti una della altre idee del loro programma riguarda il ritorno alla sovranità monetaria e quindi all’adozione di una moneta tutta italiana: la lira italica.


milano pappalardo gilet arancioni
piazza Duomo, Milano

Mentre a Milano, in piazza Duomo, ha parlato direttamente alla folla proprio il presidente del movimento, il Generale Pappalardo, che dopo aver invitato tutti a votare per alzata di mano, ha descritto il programma di riforme che vorranno attuare: a partire dall’elezione diretta del capo dello Stato ed del capo del Governo, all’elezione della Corte Costituzionale.


Si parla inoltre di scuole ed ospedali, delle mascherine ai bambini (sono contrari), dei vaccini, definiti nocivi e pericolosi, della sicurezza, del riordino della magistratura.


Il coordinatore regionale del Lazio, Renato Calcari, ha dichiarato: “Partiamo dal popolo per chiedere la fine del Governo Conte, l’elezione di un nuovo Parlamento e di un nuovo capo dello Stato, e per porre fine alla dittatura sanitaria in atto. Inoltre chiediamo di promuovere l’introduzione di una moneta, chiamata nuova lira italica, poter sostenere le famiglie e le imprese italiane”.

movimento gilet arancioni


A Pescara nonostante il maltempo, i cittadini sono scesi in strada gridando: “libertà, dignità e sovranità”. Hanno anche votato, come sta accadendo in tutte le altre città, presso i banchetti predisposti, esprimendo il proprio assenso sui tre punti-chiave: 1) un nuovo governo nazionale e l’azzeramento dell’attuale Parlamento “abusivo”; 2) la coniazione della lira italica; 3) l’elezione di un’assemblea costituente per dare un nuovo volto alla legge elettorale.

pescara gilet arancioni lira
Pescara

Gli altri incontri dei ‘Gilet arancioni’

Il Presidente del Movimento Gilet Arancioni, Pappalardo, oltre all’intervento di oggi a Milano, sarà anche alle ore 14,30 a Bergamo. Mentre il 31 maggio alle ore 10,00 a Bari ed il 2 giugno alle ore 14,00 a Roma presso piazza del Popolo.

Andrea Ippolito

Share