Lo scorso week end è ripartito il comparto commerciale e la riapertura delle attività legate alla movida pomiglianese. Dopo mesi di quarantena i giovani si sono riversati per le strade fino a tarda notte consumando alcol e creando assembramenti che potrebbero cancellare tutti gli sforzi fatti fino ad ora.




Il primo cittadino per evitare che la situazione possa degenerare in futuro ha riattivato la zona a traffico limitato. Contemporaneamente si è dato il via alla ripartenza dell’operazione “Pomigliano Sicura” così verrà schierata la task force dei caschi bianchi durante le ore notturne dei fine settimana per il controllo del territorio.

Nonostante le chiusure anticipate e il buonsenso degl’esercenti rispettosi di tutte le regole di distanziamento il comportamento incosciente di questi adolescenti, ha messo in allerta i rappresentanti cittadini. A partire dal week end del 30 maggio verranno applicate le norme dell’ordinanza regionale numero 53 che vieta la vendita degl’alcolici anche d’asporto dopo le 22:00 da parte di ogni esercizio commerciale compresi supermercati e vinerie. Il consumo degli stessi sarà proibito nelle aree pubbliche, quali piazze e parchi pubblici, fino alle sei del mattino. Saremo inflessibili, replica Russo, le forze dell’ordine impiegate saranno tenute a multare chiunque infranga l’ordinanza e metta a rischio la sicurezza pubblica.




Gli esercenti hanno rispettato le ordinanze e si sono detti favorevoli e disponibili a collaborare con le autorità per gestire gli spazi esterni ai locali, perché è nel loro interesse che si possa lavorare in sicurezza senza correre il rischio di dover richiudere. Questa sinergia tra settore commerciale e amministrativo si è compattata ulteriormente anche grazie agli aiuti concreti pervenuti dalle casse comunali a favore di questa categoria che si è sentita abbandonata e penalizzata dallo Stato, ma non dall’amministrazione Russo.

Per dare respiro ai gestori e ai loro dipendenti, l’amministrazione ha individuato ingenti risorse per sollevare queste attività dal pagamento della Tari e della tassa dell’occupazione del suolo pubblico. Addirittura come dichiarato dal Sindaco stesso verrà concesso ancor più spazio a coloro che già ne utilizzano allo scopo d’incentivare e sostenere gl’introiti e risollevare nel minor tempo possibile l’economia locale.




Il comitato Movida Pomigliano a nome di tutto il comparto commerciale pomiglianese attraverso una lettera pubblicata sulla pagina social del comune ringrazia le istituzioni locali per l’aiuto concreto ricevuto.

Una testimonianza eloquente di come una comunità si stringe intorno ai più deboli tra questi anche i commercianti locali. Una categoria duramente colpita dall’emergenza sanitaria che, appunto, ringrazia l’amministrazione che ha saputo abbracciare, sia pur virtualmente, il dramma sociale che li ha colpiti.

Cinzia Porcaro



Share