Istat e disoccupazione, Gioacchino Alfano (Alleanza per i Territori): “I ritardi non sono più ammessi”

"L’analisi dev’essere lucida ma gli interventi devono invece essere decisi. La Politica tiri fuori questo Paese dai nuovi venti di crisi"

18

“Un allarme che scuote l’intero Paese è arrivato dall’Istat: ad aprile in Italia 274mila persone hanno perso il lavoro. Colpiti dall’emergenza sanitaria legata al coronavirus i nostri concittadini stanno affrontando una profonda crisi. I ricercatori hanno puntualizzato che gli effetti della crisi appaiono più marcati. Una diretta conseguenza della pandemia da Covid-19, certo, e del relativo lockdown”. Così Gioacchino Alfano, leader di Alleanza per i Territori.

“Ma la Politica è chiamata ora a dare risposte ai disoccupati, alle famiglie, agli italiani che hanno perso il lavoro. – ha continuato Alfano – I ritardi non sono più ammessi, il Paese non può reggere. I numeri dell’Istat sono sconfortanti, i termini utilizzati freddi: scoraggiati, inattivi, forze lavoro. L’analisi dev’essere lucida ma gli interventi devono invece essere decisi. La Politica tiri fuori questo Paese dai nuovi venti di crisi.

Share