Il presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani, Antonio Decaro ha annunciato la riapertura dei parchi, dei giardini e delle aree giochi della città di Bari, della quale é anche Sindaco.




Parla della pineta San Francesco, “con la nuova illuminazione, per le sere d’estate che stanno arrivando”, ma nel frattempo in un comunicato dell’ANCI, della quale é presidente, ammonisce chi ha preparato le nuove regole del distanziamento.

Le parole del presidente dell’ANCI, Antonio Decaro

“La storia, puntualmente, si ripete. Qualcuno decide regole complicate senza coinvolgerci e poi scarica su noi sindaci la responsabilità della loro applicazione.




Questa volta si tratta dell’Istituto Superiore di Sanità, che affida a noi il compito impossibile di far rispettare, sulle spiagge libere, le nuove regole del distanziamento.

Nonostante sia noto che non abbiamo nemmeno le risorse per continuare a pagare i servizi essenziali, che non abbiamo potere decisionale e che il controllo spetti alle forze dell’ordine.

Insomma, ci sottraggono il potere di decidere ma in cambio ci danno la responsabilità dell’efficacia di decisioni altrui.

Non mi rimane che invitare il presidente Brusaferro a venire con noi sindaci sulle spiagge.




Ci aiuterà lui a misurare il metro e mezzo di distanza tra una sdraio e un telo da mare, a controllare che il costruttore del castello di sabbia sia a distanza regolamentare dal giocatore di racchettoni, a calcolare la circonferenza entro cui va inscritto ogni singolo ombrellone.

Scrivere prescrizioni è molto semplice. Provare a farle rispettare, su tutte le spiagge d’Italia, è come svuotare il mare con un secchiello. Bucato”.

Andrea Ippolito



Share