Ieri sera a Palma Campania i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno rintracciato e arrestato il latitante Elia Nunziata, 60enne di Nola, condannato all’ergastolo poiché ritenuto responsabile dell’omicidio di un camionista perpetrato il 21 ottobre 1991 ad Acerra, nel corso di una rapina.




L’arrestato era anche destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.i.p del Tribunale di Nola il 3 settembre 2019, in quanto ritenuto gravemente indiziato dei reati di usura ed estorsione.

Dal 28 marzo 2019, Nunziata si era sottratto ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso Corte d’Appello di Napoli, per l’espiazione della pena dell’ergastolo in relazione all’omicidio del 1991.




Le indagini svolte dal Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli hanno portato a localizzare il latitante in un immobile posto alla periferia di Palma Campania.

Alle 19.00 è scattato il blitz. I carabinieri hanno circondato l’intero edificio e hanno sorpreso il latitante, che non ha opposto alcuna resistenza, in compagnia di una donna. La donna e il marito della proprietaria dell’abitazione, un 59enne imprenditore del luogo, verranno denunciati a piede libero poiché ritenuti responsabili di aver favorito la latitanza del fuggitivo.

Nel corso delle perquisizioni l’arrestato è stato trovato in possesso di circa 600 euro, un telefono cellulare e due sim card, tutto sottoposto a sequestro.



Share