In procinto delle elezioni regionali 2020, la Lega si espande in Campania ed acquisisce nuovi consensi, le new entry sono Giampiero Zinzi e Severino Nappi. A darne oggi l’annuncio è il leader Matteo Salvini, presiedendo una conferenza stampa presso Villa Vittoria a Posillipo.




“Il 5 giugno di cinque anni fa dei malviventi sequestrarono mia sorella e mia nipote per ore, da allora è cresciuta in me l’idea che la sicurezza sia un tema sul quale non si possono fare sconti. Oggi vuol dire evitare che alle imprese arrivino prima gli usurai delle istituzioni come purtroppo sta accadendo. Se ho è scelto la Lega è perché Salvini da ministro ha mandato avanti una battaglia contro la criminalità organizzata, differenziandosi da Bonafede che ha consentito che i boss tornassero in circolazione” così ha motivato il suo passaggio il consigliere regionale Zinzi nonché ex forzista, scagliando accuse anche contro il guardasigilli pentastellato. A dargli man forte c’è stato Severino Nappi, ex assessore della giunta Caldoro: “Una persona come me che ha sempre difeso il territorio non può che scegliere la Lega seguendo due parole: coraggio e identità. – ha spiegato – Per il coraggio ricordo che il popolo del centrodestra è vivo ed è maggioranza in Campania, ha solo bisogno di una rappresentanza significativa per colmare distanze come quelle del reddito medio dei campani che è il 52% di quello di chi vive al Nord”.




Nuove alleanze e futuri possibili scenari per il partito del carroccio, secondo i sondaggi primo in Campania. L’obiettivo principale per le prossime elezioni regionali è lo sbaraglio di un ipotetico De Luca bis. “Se il modello del governatore De Luca è quello dei fantastici 4 De Luca, De Mita, Mastella e Pomicino, questi qui glieli lascio volentieri. Per salvare la poltrona prende chiunque passi per strada. C’è da dire che la camorra fa i milioni sui rifiuti grazie a lui” ha piegato Salvini. E nappi ha aggiunto: “C’è bisogno di un cambiamento e, soprattutto, di denunciare l’idea clientelare della sanità di De Luca”.




Per quanto riguarda invece il nuovo candidato di centrodestra si saprà il nome la settimana prossima. E’ stata smentita, intanto, una probabile candidatura del procuratore generale di Napoli Catello Maresca. “Mi piace molto per quello che dice e soprattutto per quello che fa. Ma questo non vuol dire che sia il candidato della Lega o del centrodestra domani mattina”. Per quanto riguarda la “scaricatura” di Stefano Caldoro: “Lui è una brava persona, non mi faccio condizionare da simpatie personali ma la Campania in questo momento ha urgenza di rinnovamento”.




Salvini, prima di salutare la “sua” Campania, sì, ormai sua, perché secondo lui il direttore di Libero Vittorio Feltri ha detto una cavolata sull’essere inferiore dei meridionali, ha fatto visita sul luogo in cui ha perso la vita l’agente della polizia Pasquale Apicella. Dopo averlo omaggiato con un mazzo di fiori, accolto tra fischi ed epiteti sgradevoli dalle persone affacciate alla finestra, ha detto: “Spero che chi ha causato la sua morte finisca in galera senza sconti”.

Emanuela Francini

 

Share