Assessore all’edilizia scolastica di Milano: “Non mi farò rinchiudere in un contenitore di plexiglass”

23
paolo limonta milano comune plexiglas

Paolo Limonta é decisamente per il bene di tutti i bambini: “non mi farò rinchiudere in un contenitore di plexiglass”, dice dalla sua pagina ufficiale.

L’assessore all’edilizia scolastica di Milano, vive nel comune da oltre quarant’anni ed attualmente è maestro elementare di una scuola pubblica.




Dopo aver letto l’annuncio delle nuove misure per garantire il distanziamento a scuola, sono partite subito le sue proteste coraggiose.

Le sue sono parole coraggiose perché al 5 maggio, data delle suo scritto, in pochissimi si erano pronunciati in merito ad una scuola fatta di banchi e divisioni in teche di plexiglas.

L’assessore Limonta parla con amarezza, ma con la forza di chi sa lottare.


Il post dell’assessore di Milano

Sento cose che voi umani…
Sento cose che noi maestre e maestri non possiamo sentire.

Sento e leggo proposte che prefigurano una scuola in presenza, ma distante.
Ben oltre il metro imposto dalle disposizioni sanitarie.

Una scuola dove bambini e ragazzi, ancora una volta, sono spettatori passivi e non protagonisti.

Una scuola vecchia e stanca che, ancora una volta, non trae insegnamento dalle situazioni che si verificano, ma riprende sempre dagli stessi punti.

Sbagliati e assolutamente inefficaci.

Io non ci sto.

Io continuo a lottare per una scuola aperta, centro vitale dei territori, ricca di cuore e passione.

Io voglio una scuola sconfinata.


Io non mi farò rinchiudere in un contenitore di plexiglas.

E, soprattutto, non consentirò mai che ci vengano rinchiuse le mie bambine e i miei bambini…

Andrea Ippolito



Share