Mentre in Italia si accendono nuovi focolai, l’America ha raggiunto un nuovo record negativo: oltre 40mila nuovi casi nelle ultime 24 ore.

Secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University l’America è ben lontana dalla fase di contenimento del contagio. Ne è convinto anche Bill Gates, il fondatore di Microsoft, che ha delineato un futuro cupo per gli Stati Uniti che “non sono nemmeno vicini alla soluzione del problema”.


L’imprenditore americano ha manifestato tutta la sua preoccupazione, ma si è detto al tempo stesso fiducioso che un vaccino possa essere trovato entro le fine dell’anno o al massimo nei primi mesi del 2021.

Il filantropo e sua moglie Melinda, hanno già donato 100 milioni di dollari per sperimentazioni e test, sperano in un rimedio in grado di impedire i sintomi della malattia e prevenirne la diffusione.


Quando sarà pronto occorrerà vaccinare più del 70-80% della popolazione per garantire l’immunità di gregge, ma se gli americani continuano a credere a Trump che si rifiuta finanche di indossare la mascherina, gli americani non si vaccineranno lasciando vincere la malattia. Tuttavia la situazione in alcuni stati americani risulta fuori controllo e rischia di trasformarsi in una tragedia annunciata.

Share