Il Napoli e la qualificazione in Champions League, un’accoppiata che negli ultimi dieci anni non c’è stata soltanto per due volte. Per fare in modo che non ci sia una terza volta, gli azzurri stanno provando la rimonta quasi impossibile all’Atalanta. I punti di distacco dal quarto posto sono dodici e i nerazzurri bergamaschi sembrano non perdere un colpo. Il traguardo è difficile da raggiungere, ma finché non ci sarà la matematica a decretare il mancato aggancio, il Napoli proverà la difficile impresa. Un’altra tappa del tentativo di avvicinamento arriva domani, quando alle 19.30 al San Paolo si fischierà l’inizio di Napoli-Spal.


Per il match contro i ferraresi Gattuso sta pensando di attuare un massiccio turnover. Gli incontri ravvicinati impongono il dosaggio delle forze per i giocatori e in molti potrebbero tirare il fiato in questa quarta partita in due settimane. L’avvicendamento comincia dai pali, con l’impiego dell’eroe di Coppa Italia Meret che prenderà il posto di Ospina. In difesa la riconferma toccherà Di Lorenzo e Maksimovic (il più in forma della rosa del dopo lockdown), riprenderà il suo posto sulla sinistra Mario Rui, dopo il riposo di martedì a Verona, mentre tirerà il fiato Koulibaly, che sarà sostituito dal rientrante Manolas.


A centrocampo si segnala la defezione di Allan, che ha riportato un infortunio muscolare alla coscia destra e non sarà della partita. Chi invece ritroverà una maglia da titolare è Fabian Ruiz, che farà parte del terzetto in mezzo al campo con Lobotka e Zielinski, con Demme inizialmente in panchina. In avanti il tridente azzurro storico composto da Callejon, Mertens e Insigne, con Milik e Politano che si accomoderanno di fianco al mister. Ancora nessuna chance dal primo minuto per Lozano, autore del gol del 2-0 contro l’Hellas.


La Spal di Di Biagio, ancorata al penultimo posto in classifica e a otto punti dalla zona salvezza, spera di strappare qualche punto al San Paolo per provare a risalire e avvinarsi alla permanenza in Serie A. L’ex tecnico dell’Under 21 penserà senz’altro più a difendersi che a un’arrembante offensiva, come dimostra il 4-5-1 che schiererà contro il Napoli. In porta mancherà Berisha, sostituito da Letica. La difesa sarà guidata da Vicari e Bonifazi, mentre il folto centrocampo vedrà Dabo centrale coadiuvato da Valoti e Missiroli. L’unica punta sarà Petagna, che sfiderà quelli che tra qualche mese saranno i suoi compagni di squadra.

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. All. Gattuso

 

Spal (4-5-1): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Fares; Castro, Missiroli, Dabo, Valoti, Strefezza; Petagna. All. Di Biagio

Salvatore Emmanuele Palumbo

Share