Il legame tra il popolo italiano e il gioco d’azzardo è radicato nella storia, in maniera profonda e indubbia. Nel corso degli ultimi anni però è stato lo stesso gioco d’azzardo ad evolversi, aprendo le porte alla tecnologia e rendendo sempre più facile praticare questa attività attraverso supporti digitali. In ogni caso, si tratti di gaming fisico o virtuale, alcune costanti sono rimaste inalterate e necessarie.

Un esempio in questo senso è senza dubbio quello rappresentato dal budget e dalla sua gestione: un passaggio fondamentale che può davvero fare la differenza nel corso delle nostre sessioni, sia per quanto riguarda le decisioni immediate che in merito all’andamento sul lungo periodo. Vediamo allora come gestire il proprio capitale nel gioco d’azzardo online, e perché è così importante.

Come gestire il budget nel gioco d’azzardo online

Per un’analisi più approfondita di questo argomento è conveniente e molto utile inserire il concetto di bankroll nel nostro discorso. Ma che cos’è il bankroll? Si tratta in sostanza dell’intero capitale che un giocatore mette a propria disposizione, di modo da poterlo utilizzare all’interno della sua sessione di gioco. Questa cifra ha quindi una doppia, fondamentale valenza.

Se da una parte ci serve per l’appunto per darci un’idea del budget totale e quindi ci aiuta in maniera notevole e sostanziosa nella programmazione e nella gestione del capitale che abbiamo a disposizione, dall’altra ha uno scopo altrettanto fondamentale. Quello di fungere da tetto massimo per il giocatore stesso: un limite autoimposto certo, ma che può davvero fare la differenza.

Il giocatore sarà quindi consapevole del fatto che, una volta raggiunta quella cifra spesa, i soldi a sua disposizione per quella sessione di gioco saranno terminati a tutti gli effetti. Un metodo molto interessante ed efficace contro l’abuso di gioco d’azzardo, fisico come virtuale. Ma nella pratica come è possibile gestire il proprio capitale?

Il punto di partenza può sembrare banale, ma troppe volte non lo è ed anzi viene ignorato a torto. Stiamo parlando della prima operazione che dovrebbe essere sempre fatta, con assennatezza e realismo: calcolare il nostro budget in maniera dettagliata e adeguata. In questo modo potremo porci dei limiti realistici, ed evitare di superare le nostre possibilità fin dall’inizio.

E proprio in quest’ottica dovremo anche evitare di relazionarci con livelli troppo alti per noi, sia in termini di competenza dei giocatori che di importo scommesso dai singoli su quello specifico campo da gioco. Per quanto riguarda invece dei consigli un po’ più tecnici, possiamo seguire alcune linee guida molto generali e al tempo stesso davvero efficaci.

In primo luogo è assolutamente sconsigliato effettuare puntate troppo alte: è sempre meglio agire con prudenza e in modo lungimirante. In quest’ottica è piuttosto indicato non puntare mai più del 2% del bankroll totale alla volta. La tattica giusta sembra essere quindi quella di dilazionare il nostro budget, puntando invece su unità più piccole, pari alle nostre puntate medie.

Perché è così importante saper gestire il bankroll

Ma per quale motivo la gestione del nostro capitale è un elemento così importante? In realtà una parziale risposta l’abbiamo già data sopra, nel momento in cui abbiamo introdotto il concetto di bankroll. Da una parte infatti l’inserimento di un tetto massimo è un grande passo di contrasto alla crescente ludopatia.

Per quanto riguarda invece direttamente la gestione del budget, è chiaro come questa risulti fondamentale ai fini dello sviluppo della nostra sessione, e per dire la verità di ogni singola partita. La capacità di gestire i propri soldi ci porterà a sapere esattamente quale mossa fare e in quale momento sferrarla. In questo modo sarà molto più semplice prendere in mano le redini della partita, e non venirne al contrario travolti.



Share