Aspettando la fumata bianca definitiva per Osimhen in maglia azzurra, il direttore sportivo Giuntoli non resta con le mani in mani e prepara, con l’avallo del presidente, a mettere in atto altri colpi per rendere il Napoli competitivo nella prossima stagione.


Un nome caldo è quello di Gabriel, difensore centrale ventiduenne di proprietà, come Osimhen, del Lille. Sarebbero pronti 25 milioni di euro per strappare il giovane ai francesi. Gabriel sarebbe la prima scelta nel caso di partenza di Koulibaly, andando ad affiancare nella batteri dei centrali Manolas, Maksimovic e Rrahmani, prelevato dal Verona a gennaio e lasciato in prestito fino al termine del campionato.

Nel caso saltasse Gabriel, si pensa al ventiseienne del Manchester United Eric Bailly. Acquistato dagli inglesi nel 2016 per 38 milioni, ci vorrebbe una cospicua offerta per farlo accasare all’ombra del Vesuvio. A fare le valigie con tutta probabilità sarà Luperto, che Ancelotti aveva voluto trattenere dopo i vari prestiti, ma che con Gattuso ha trovato pochissimo spazio.


Un altro ruolo che necessita di un innesto è senza dubbio l’ala destra. Il mancato rinnovo di Callejon, anche se a quanto pare il suo addio non sembra più così scontato, con annesso addio al Napoli a fine stagione, lascia scoperta una posizione su quella fascia. Sono diversi i profili visionati da Giuntoli, ma il pallino del direttore è Jeremie Boga. De Laurentiis ha offerto al Sassuolo 25 milioni, ma la concorrenza è altissima e i neroverdi starebbero aspettando altre offerte da altri club che si avvicinino maggiormente alla loro richiesta di 40 milioni.

Le alternative a Boga potrebbero essere Gengiz Under, osservato da Giuntoli ancor prima che arrivasse alla Roma, e Josip Ilicic, per il quale era stato fatto un tentativo concreto la scorsa estate, rispedito però al mittente dall’Atalanta.

Salvatore Emmanuele Palumbo



Share