I gialloblù, dopo un primo tempo incolore, hanno suonato la riscossa conquistando un punto che può essere utile in chiave salvezza. Le vespe però non vincono da ben  5 giornate. Lunedì sera i campani giocheranno a Frosinone nel turno infrasettimanale.




I gialloblù hanno dimostrato volontà, l’ingresso di Bifulco e Mallamo ha conferito brio alla manovra dopo che le squadre sono rimaste in 10 per la contemporanea espulsione di Coppolaro e Canotto al 9′ del secondo tempo. Dopo il gol di Forte la Juve Stabia ha accelerato, ma l’Entella è stata brava a chiudere i varchi e a ripartire con buoni fraseggi. Per la Juve Stabia e’ il primo punto post covid.

Caserta disegna la Juve Stabia con il 3-5-2: assenti Calò e Ricci per squalifica, Mezavilla, Elia e Cisse per infortunio. Ritorna capitan Mastalli dopo quasi un anno di assenza a causa della rottura del crociato. L’Entella di mister Boscaglia risponde con il 4-3-1-2 con Schenetti dietro le punte De Luca e Morra.




Partita dai ritmi lentissimi nel primo quarto d’ora: le squadre non si rendono particolarmente pericolose. La temperatura abbastanza elevata al Menti non fa decollare la sfida. Si arriva al cooling break al 27′ senza alcun tiro in porta da ambo le parti. Al 35′ sussulto dell’Entella: lancio in contropiede di Settembrini per Schenetti dal limite dell’area che spreca una limpida occasione da rete con un tiro che lambisce il palo sinistro. Difesa stabiese in ambasce. La Juve Stabia soffre a centrocampo per la mancanza di geometrie, l’assenza di Calò si fa sentire.

Al 39′ passa l’Entella: Mazzitelli si libera in area sulla sinistra, fa partire un tiro che si impenna anche per un lieve tocco di Addae e la palla finisce in rete beffando Provedel. Juve Stabia in bambola, l’Entella accelera alla ricerca del raddoppio. Finisce il primo tempo con i liguri in vantaggio (con il 55 % di possesso palla), Juve Stabia non pervenuta nella prima frazione con poco costrutto e idee.




Ripresa con la Juve Stabia con il 4-3-1-2 con Mastalli dietro le punte e Germoni in difesa a sinistra e Fazio a destra.

Al 4′ ci prova Paolucci dell’ Entella con un tiro dal limite. Un minuto dopo è Morra a far tremare Provedel. Parapiglia in campo al 9′: espulsi Coppolaro e Canotto per reciproche scorrettezze. Entrambe le squadre in dieci.

Caserta tenta al 18′ la carta Bifulco per dare vivacità all’attacco. Al 19′ Forte si libera in area ma il suo tiro si spegne fuori.

Al 22′ fallo di Sala su Bifulco in area, è rigore netto: cannonata sotto la traversa dello “squalo” Forte per il pareggio.

La Juve Stabia prova a stringere i tempi alla ricerca del vantaggio, ma l’Entella tiene bene il campo.

Nei sette minuti di recupero non succede più niente: 1-1 il finale. Il punto rappresenta un brodino che fa morale per le vespe che restano in corsa per la salvezza. A questo punto gli uomini di Caserta devono andare a trovare la vittoria in esterna.

Queste le dichiarazioni post partita del tecnico Caserta: “La squadra ha fatto di tutto per cercare la vittoria, alla prima occasione abbiamo preso un gol sfortunato ma abbiamo avuto una grande reazione. Lo spirito di sacrificio è stato importante, la voglia di arrivare al risultato mi fa essere fiducioso. Venivamo da quattro sconfitte, eravamo contratti perché abbiamo avuto appunto un periodo difficile, teniamoci stretta questa reazione e guardiamo avanti”.




Tabellino:

Juve Stabia (3-5-2): Provedel 6; Tonucci 6 Fazio 6.5 Troest 6; Izco 5 (7′ st Mallamo 6.5) Addae 5 (18′ st Bifulco 6.5) Calvano 6 Mastalli 6 Germoni 6 (37′ Allievi sv); Forte 7 Canotto 4. All.: Caserta 6.

Virtus Entella (4-3-2-1): Borra 6; Coppolaro 4 Chiosa 6 Poli 6 Sala 5.5; Mazzitelli 7 (37′ st Dezi sv) Settembrini 6 (12′ st De Col 5.5) Paolucci 6; Schenetti 6 (31′ st Toscano 5); De Luca G. 5.5 (37′ st Mancosu sv) Morra 6 (31′ st Rodriguez 5). All.: Boscaglia 6.

Arbitro: Baroni di Firenze 5.5.

Guardalinee: Mastrodonato-Capone.

Quarto uomo: Capone di Palermo.

Marcatori: 39′ pt Mazzitelli (VE), 22′ st Forte (JS,rig)

Espulsi: 9′ st Coppolaro (VE) e Canotto (JS) per reciproche scorrettezze. Al 9′ st espulso dalla panchina Crimi (VE) per proteste.

Ammoniti: Mastalli (JS), Rodriguez (VE).

Note: partita a porte chiuse. Angoli 5-3. Recupero: 2’pt- 7’st. Osservato un minuto di silenzio prima del match in memoria dell’ex calciatore gialloblù Giuseppe Rizza, scomparso in settimana.

Domenico Ferrara



Share