Giovedì 16 si è dato il via alla festa patronale del comune di Lettere. In serata i fedeli hanno reso omaggio alla Protettrice all’interno della Cattedrale.

Le regole per l’evento, indicate anche dal sindaco dal suo profilo social, segnalavano la possibilità di accogliere in chiesa gruppi di 80 persone alla volta: “Non sarà necessario accalcarsi, perché i fedeli attenderanno fuori, aiutati a vivere l’attesa in maniera ordinata e in preghiera, e la funzione terminerà quando l’ultimo Pellegrino avrà reso omaggio alla Santa”, così infatti avvisava Sebastiano Giordano, sindaco di Lettere.


I cittadini, in questo periodo nonostante le restrizioni, hanno reso omaggio alla santa protettrice rispettando il “distanziamento fisico” e l’uso delle mascherine.

Grazie al supporto della protezione civile è stato esibito anche il quadro della Santa patrona. Gli operatori infatti sono stati impegnati nella giornata di giovedì in tutta la parte circoscritta dove si è svolto l’evento. 

Prima dell’inizio dei festeggiamenti c’è stato un meeting con la presenza nel primo cittadino Sebastiano Giordano e l’assessore alla polizia Municipale Angelo Della Marca, all’interno del quale si sono stati stabiliti i parametri ed i modi in cui si sarebbero svolte le celebrazioni.


Le celebrazioni ecclesiastiche continueranno nei giorni 24, 25 e 26 luglio nello spazio esterno della chiesa, ovvero in piazza Roma.

lettere protezione civile


I volontari della protezione civile comunale erano coordinati da Gaetano Gragnaniello, in stretta sinergia con il coordinatore operativo comunale l’agente Sorrentino Salvatore, in collaborazione con la Polizia municipale agli ordini del capitano Natale Nastro, il tenente Salvatore Giordano, il sotto tenente Vincenzo Passanante e il m.llo Cavallaro Paola.

Inoltre c’è stata anche una stretta collaborazione fra la protezione civile comunale e la misericordia di torre annunziata a cui è stato assegnato il compito con gli appositi modulo sia per il primo soccorso e sia per l’antincendio.



 

Share