Venerdì sera la Juve Stabia dovrà vincere per forza a Cosenza per aspirare ai play out altrimenti sarà retrocessione diretta. Partita incolore per i gialloblù che hanno costruito poco gioco. La Cremonese festeggia la salvezza al Menti. A fine partita contestazione dei tifosi fuori dallo stadio.




La Juve Stabia ripropone il 4-3-3 con Canotto, Forte e Di Mariano davanti. In difesa ritorna Ricci. Stesso schema per gli ospiti che puntano in attacco su Ciofani.

Inizia con buon piglio la Juve Stabia, ma gli ospiti sono ben quadrati in retroguardia.

Al 9′ Cremonese in vantaggio: angolo dei lombardi da destra, traiettoria arcuata con Ciofani che di testa infila un incerto Provedel.

I gialloblù accusano il colpo ma cercano subito di riorganizzarsi. Mallamo cerca di trovare spazio tra le linee avversarie in una sorta di 4-2-3-1 in fase d’attacco. I gialloblù cercano la circolazione di palla per liberare l’uomo in attacco ma la Cremonese chiude tutti i varchi. Le vespe ci provano tre volte su corner con Calò a cavallo del 32′ ma gli ospiti sbrogliano la matassa.




Al 36′ ottima occasione per la Juve Stabia: percussione di Forte per vie centrali, palla a Di Mariano che dal limite dell’area mette di poco fuori.

Al 44′ Dos Santos atterra Mallamo lanciato verso l’area della Cremonese, in chiara occasione da gol, ma per l’arbitro è solo ammonizione nonostante il difensore fosse l’ultimo uomo della difesa. Un minuto dopo viene annullata una rete ad Addae per offiside. La partita si fa nervosa nel finale di tempo, con la Cremonese che chiude in vantaggio. I lombardi hanno capitalizzato l’unica occasione da gol avuta, la Juve Stabia non è riuscita a creare grosse occasioni per pareggiare se non nel finale di tempo.

Al 6′ della ripresa la Cremonese ci prova con Crescenzi, Provedel para. La Juve Stabia sembra troppo arruffona non riuscendo a costruire efficaci trame in attacco. Le vespe non riescono ad incidere, i griogiorossi sono ben chiusi in difesa. Al 22′ Addae ci prova in area ma Ravaglia para. Al 24′ Dos Santos di testa su corner mette di poco fuori.




Al 28′ Juve Stabia a trazione anteriore: dentro Cisse, fuori Addae.

Nel finale la Juve Stabia tenta il tutto per tutto mettendo dentro Bifulco e Rossi per Canotto e Di Mariano. Al 40′ la Cremonese raddoppia con Ciofani su azione d’angolo a seguito di un rimpallo, tenuto in gioco in area da Forte. Al 50′ Rossi segna il gol della bandiera per la Juve Stabia.

Finisce così con la Cremonese che vince 2-1 e si salva. Per la Juve Stabia è notte fonda, ora a 41 punti assieme al Trapani.




Tabellino:

Juve Stabia (4-3-3): Provedel 5; Fazio 5.5 (45′ st Melara sv) Troest 5.5 Allievi 5.5  Ricci 5; Calò 5.5 Addae 5 (28′ st Cisse 5) Mallamo 5.5; Canotto 5 (37′ st Bifulco sv) Forte 5.5 Di Mariano 5 (37’st Rossi 6). All.: Caserta 5.

Cremonese (4-3-3): Ravaglia 6; Bianchetti 6 Dos Santos 6 Ravanelli 6 Crescenzi 6; Valzania 6 Castagnetti 5.5 ( 1′ st Gustafson 6) Arini 6; Zortea 6 (44′ st Gaetano sv) Ciofani 8 Palombi 5.5 (14′ st Mogos 6) All.: Bisoli 7.

Arbitro: Abbattista di Molfetta 5.

Guardalinee : Scatragli-Rossi.

Quarto ufficiale: Marchetti di Ostia Lido.

Marcatori : 9′ pt Ciofani  ( C), 40′ st Ciofani ( C), 50′ st Rossi (JS).

Ammoniti: Ciofani  ( C), Castagnetti ( C), Dos Santos ( C ), Zortea ( C), Addae  (JS), Allievi  (JS).

Note: partita a porte chiuse. Angoli 10-4. Recupero: 2′ pt – 6′ st. Allontanati dalla panchina al 45′ pt il team manager Zurlo (JS) e l’allenatore in seconda Groppi  (C ) per proteste.

Domenico Ferraro



Share