Sarà un venerdì di fuoco per la Juve Stabia: non solo per il clima estivo con temperature elevate, ma anche per la sfida che le vespe affronteranno il 31 luglio alle ore 21 a Cosenza nell’ ultima giornata della stagione regolare di serie B.

Cosenza-Juve Stabia è decisiva per la salvezza per ambedue le squadre: attualmente il Cosenza e’ al diciassettesimo posto a 43 punti, mentre la Juve Stabia al diciottesimo a 41, assieme al Trapani. In caso di sconfitta o di pareggio in terra silana, la Juve Stabia dovra’ dare l’addio alla serie B, mentre in caso di vittoria i gialloblù andrebbero agli spareggi playout (con avversario da decidere in base ai risultati delle partite del turno conclusivo), condannando il Cosenza alla serie C.


Attualmente il Trapani sarebbe già retrocesso, ma la prossima settimana è in programma il reclamo dei siciliani per la restituzione di almeno di uno dei due punti di penalizzazioni inflitti loro per irregolarità amministrative. In caso di esito positivo le classifiche potrebbero essere stravolte. Per tornare ala sfida di campionato, attualmente il Cosenza è una delle squadre giù in forma del torneo con quattro vittorie di fila. Roboante l’ultima ad Empoli per 5-1.

Prima del lockdown di inizio marzo, i cosentini avevano 24 punti in classifica e la Juve Stabia ben 36. Gli uomini di mister Occhiuzzi, che ha sostituito Pillon in panchina, hanno ingranato le marce alte negli ultimi due mesi dopo la ripresa.


Di contro la Juve Stabia ha racimolato appena 5 punti nelle ultime nove gare. Particolarmente brutta è stata la sconfitta interna di lunedì sera contro la Cremonese, al termine della partita c’è stata una contestazione della tifoseria stabiese fuori dallo stadio Menti. Il morale in casa campana non é dei migliori, ora però mister Caserta e il suo team devono giocarsi il tutto per tutto in questa sfida senza ritorno per tenere accesa la fiammella della speranza per una salvezza, che, prima dello stop, sembra essere in tiro in virtù del buon rendimento generale delle vespe.

Il lockdown ha fatto perdere smalto ai gialloblù che ora hanno una delle difese più perforate del torneo, palesando anche difficoltà nella costruzione del gioco. Un dato a supporto di questa analisi: contro la Cremonese le vespe hanno avuto il dominio nel possesso palla (64% contro 36%), ma creato poco a livello di occasioni gol, segnando solo al 50’ della ripresa con il subentrato Rossi.

All’andata la Juve Stabia sconfisse il Cosenza per 1-0, ora ci vorrebbe un’altra vittoria per le vespe che non vincono in trasferta al 13 dicembre 2019 (3-2 contro il Chievo).


Le scelte di mister Caserta e la tattica con cui affrontare il match saranno chiave per tentare il colpaccio esterno, unica via per sperare di mantenere la categoria.

Il Cosenza pratica il 3-4-3 con Riviere, Asencio e Baez punte d’attacco. In forse per il match contro la Juve Stabia l’esterno Carretta. Sul fronte stabiese, le vespe si affideranno ai gol del bomber Forte (17 reti), inoltre si prevedono cambiamenti in difesa e centrocampo rispetto all’ultima uscita.

Domenico Ferraro



Share