Una lieve scossa di terremoto è stata registrata dagli strumenti dell’INGV nel vesuviano alle 4.07 nelle zone ai pendici del vulcano con coordinate geografiche (lat, lon) 40.8214.43.

L’epicentro a 5 chilometri a Sud Ovest di Ottaviano, alle pendici del Vesuvio dove l’attività sismica è praticamente quotidiana.


La magnitudo registrata è stata di 2.2, ma quello che ha fatto sì che alcuni abitanti dell’area la avvertissero è il dato dell’ipocentro, cioè la profondità a cui è avvenuto il fenomeno sismico che è stata di zero chilometri, come comunicato dalla sala operativa dell’Istituto Nazionale di Geofisica dell’Osservatorio Vesuviano. 

Non si registrano danni a cose o a persone data l’intensità non di rilievo. L’attività sismica sembrerebbe rientrare nell’attività vulcanica che nelle ultime settimane ha fatto registrare altre scosse simili, di pari o addirittura di minore intensità. Nella mattinata dello scorso 20 luglio, un’altra scossa, sempre della stessa magnitudo, 2.2, era stata registrata a Massa di Somma, Comune alle pendici del vulcano, quasi diametralmente opposto alla zona in cui si è verificata la scossa nella mattinata di oggi.


Anche in quel caso nessun danno a persone o cose, ma di nuovo la bassa profondità, anche in quella occasione registrata a zero chilometri, aveva fatto avvertire l’evento sismico ai cittadini di Massa di Somma e anche ad alcuni residenti delle cittadine limitrofe.

Gli eventi sismici nella stessa area e sempre nel mese di luglio e sempre tra le prime ore del giorno e il mattino sono stati più di uno. Sempre con epicentro a Massa di Somma, si sono registrate piccole scosse di magnitudo compresa tra 1.5 e 1.7, che non sono state avvertite e che sono da considerarsi normale attività sismica del Vesuvio.

Share