Calano ancora i contagi in Campania, nell’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi, sono risultati positivi solo 2 tamponi.

Pochi anche oggi i tamponi processati nella giornata di lunedì, periodo a cui si riferisce il bollettino odierno, non arrivano a mille, per la precisione sono 928.




Il totale dei contagiati dall’inizio della crisi quindi sale a 5.022. In Campania sono in totale 338.946 i tamponi effettuati dall’inizio della crisi epidemica.

La percentuale di quelli positivi rispetto ai tamponi analizzati nella giornata presa in esame è molto bassa e si attesta allo 0,21%.




Nessun decesso, per cui il bilancio dall’inizio dell’emergenza resta fermo a 436 vittime.

Sono 4.194 i pazienti completamente guariti dal coronavirus, si registrano altri 7 infatti i guariti registrati nel bollettino odierno.

Diminuisce il numero dei pazienti attualmente positivi e si attesta oggi a 392, cinque in meno di ieri.




In Campania i pazienti ricoverati negli ospedali Covid che presentano sintomi da coronavirus sono 44, tre meno di ieri. restano sempre 2 quelli in terapia intensiva, mentre al momento sono 346 le persone in isolamento domiciliare, due in meno rispetto alla giornata di ieri.

Questa la storia dei contagi in Campania negli ultimi dieci giorni:

Sabato 25 luglio           – 1,25% – 11 contagiati
Domenica 26 luglio       – 0,9%    – 14 contagiati
Lunedì 27 luglio            – 1,87% 29 contagiati
Martedì 28 luglio           – 1,12% – 19 contagiati
Mercoledì 29 luglio        – 0,77%  – 16 contagiati
Giovedì 30 luglio           – 0,3%    –  9 contagiati
Venerdì 31 luglio           – 0,46%  – 10 contagiati
Sabato 1 agosto            – 0,31%  –  7 contagiati
Domenica 2 agosto        – 0,48%  –  4 contagiati
Lunedì 3 agosto             – 0,21%  – 2 contagiati

Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli       : 2.778  (+1)   
– Provincia di Salerno     : 790     (+1)      
– Provincia di Avellino    : 579       
– Provincia di Caserta     : 620       
Provincia di Benevento: 210      

I casi indicati comprendono anche conferme di tamponi in fase di verifica



Il Governatore De Luca avverte che fino al vaccino i casi resteranno pochi solo con un forte contenimento e tenendo alta la guardia e seguendo le norme anti-Covid. «Uso della mascherina e lavaggio delle mani sono gli strumenti indispensabili», ha spiegato.

Una nuova ordinanza firmata da De Luca, la n.64, conferma fino al 9 agosto conferma le disposizioni dell’ordinanza precedente in materia di uso delle mascherine di protezione. Sono quindi confermate le sanzioni per l’eventuale inosservanza con pena pecuniaria di 1.000 euro.



Share