«Abbiamo riscontrato altri 7 contagi a Portici che sono articolati in tre nuclei familiari, tutti collegati in un unico ceppo familiare. Significa che non c’è un focolaio ed è molto facile che i contagi si siano trasferiti attraverso incontri tra le stesse persone». Così il sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo che in una diretta social ha comunicato la notizia e rassicurato i propri concittadini spiegando e sottolineando che: «Non è un focolaio. Tutti i tamponi effettuati ai contatti stretti che sono stati registrati rispetto ai sette positivi, sono tutti risultati negativi. Immediatamente si è circoscritto il contagio e tutte le persone contagiate sono state poste in isolamento già da diversi giorni».


Come dichiarato da Cuomo il primo nucleo familiare colpito, c’è un professionista che vive a Portici ma esercita la sua attività in altra città. Nella sua famiglia sono tutti negativi. Il secondo nucleo familiare è composto da quattro persone. «Qui uno dei due adulti lavora nell’ambito sanitario ed è risultato positivo. In questo caso il contagio ha colpito due bambini, mentre l’altro adulto che è uno dei coniugi, non è stato contagiato». Nell’ultimo nucleo familiare «sono contagiate tre persone, mentre un minore convivente è risultato negativo al test. Tutti i tamponi correlati ai contatti stretti a questo nucleo familiare sono risultati negativi».

Le persone, secondo quanto rende noto il sindaco, sono tutte asintomatiche e in isolamento, compreso quelle che sono risultate negative al tampone e termineranno il periodo di isolamento secondo quanto prevede il protocollo sanitario.


«Abbiamo aspettato qualche giorno in più per fare la comunicazione perché – ha aggiunto Vincenzo Cuomo –  volevo accertarmi quale fosse la correlazione tra i nuclei familiari tramite documenti ufficiali.

Da sindaco – ha concluso – vorrei rassicurare tutta la città perché è stata fatta comunicazione anche ai comuni limitrofi. È stato fatto un lavoro attento per cercare di dare il massimo della rassicurazione e sicurezza all’intero comprensorio».

Share
Condividi
PrecedenteLo stato di emergenza é illegittimo
SuccessivoIn Campania altri 8 casi positivi al Covid. Sono 2 i decessi e 4 i guariti
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.