Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria: il 5 settembre a ROMA

Al via il ‘Raduno del 5 settembre’: “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria”, che promuove l’incontro a Roma del ‘Popolo delle Mamme’, supportate dai papà e dai nonni, nonché da associazioni, comitati, gruppi e movimenti

2973
salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria

Al via il ‘Raduno del 5 settembre’: “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria”, che promuove l’incontro a Roma del ‘Popolo delle Mamme’, supportate dai papà e dai nonni, nonché da associazioni, comitati, gruppi e dai movimenti, che ritengono l’impianto legislativo della scuola affetto da illegittimità costituzionale e, comunque, dannoso per la salute psicofisica e per il futuro dei bambini.

Ma facciamo prima un passo indietro a quei primi giorni di giugno, quando la Camera approvava la legge Azzolina, più precisamente il “Decreto Scuola”, con 245 voti a favore e 122 contrari.


Le prime parole del Ministro dell’Istruzione furono queste: “È un provvedimento nato in piena emergenza che consente di chiudere regolarmente l’anno scolastico. Ora definiamo le linee guida per settembre, per riportare gli studenti a scuola in presenza e in sicurezza”.

Fu fatto anche un accenno alle misure di distanziamento scolastiche e al fatto che le scuole si sarebbero dovute preparare per recepire le indicazioni di sicurezza del Comitato tecnico scientifico. Queste indicazioni furono anticipate però dalla ministra Azzolina durante l’incontro con tutte le componenti del mondo della scuola e gli Enti locali, nonché pubblicate sulle testate giornalistiche, oltreché diffuse in TV:

  • divisori tra i banchi per garantire il distanziamento di almeno un metro tra gli studenti;
  • mascherine obbligatorie per tutti dai sei anni in su, ma anche visiere per andare incontro alle esigenze di studenti con difficoltà respiratorie e ipoacusici;
  • niente doppi turni e sdoppiamento delle classi;
  • allungamento della settimana al sabato;
  • possibilità già prevista dall’autonomia scolastica, anche per ridurre le lezioni da 60 a 40 minuti;
  • montare tensostrutture per garantire il distanziamento di almeno un metro.




Ma, prontamente nacque un gruppo facebook, che oggi raccoglie oltre 25mila utenti, chiamato “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria“. Le prime parole in assoluto delle mamme fondatrici furono queste: “Ieri é stata approvata questa legge (Decreto scuola)…da genitori avvertiamo il dovere di scendere in piazza e di manifestare il nostro disappunto e la nostra disapprovazione per una legge (impianto legislativo) che punta alla distruzione della famiglia…”

Cos’é “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria”

“Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria” è un gruppo nato sul social
Facebook il 6 giugno 2020, spontaneamente, in supporto di tante mamme
italiane, che hanno sentito la necessità di unirsi e agire, con strategie e azioni concrete, per opporsi all’applicazione delle leggi “Lorenzin e Azzolina”, in palese antitesi con la salute e il benessere dei bambini.

dittatura sanitaria

In tempi brevi, circa 40 gg dopo la sua nascita, tale gruppo contava più di
20.000 membri; oggi supera i 24.500.



La rete di informazione e coordinamento del gruppo, e di tutti i
movimenti/associazioni che si aggregano, è gestita, sia a livello nazionale che regionale, su gruppi regionali e su un canale nazionale della piattaforma Telegram, per comunicare le informazioni più importanti e le azioni da compiere sul territorio.

“Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria” è un gruppo senza alcuna
finalità politica, costituita da genitori, nonni e da tutti coloro che hanno a
cuore i bambini e il loro futuro.

A breve, si trasformerà in associazione, con l’obiettivo di:

  • elaborare, promuovere e realizzare progetti di solidarietà sociale,
  • promuovere iniziative per la libertà di scelta terapeutica e per la
    prevenzione in campo sanitario, a tutela della salute e del benessere
    dell’individuo,
  • promuovere ogni attività possibile per educare, in maniera protetta, i
    minori soggetti all’obbligo di istruzione, come quella della scuola
    parentale, praticata da soggetti privati.

“Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria” ritiene che il Governo stia
illegittimamente limitando le libertà personali e i diritti inalienabili dei
cittadini, previsti dai trattati internazionali e garantiti dalla Costituzione. Tali limitazioni danneggiano soprattutto la fascia più debole della nostra società: i bambini. Pertanto sono i bambini che, in primo luogo, intendiamo proteggere.


Gli obiettivi del gruppo

“Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria” si pone i seguenti obiettivi:

  • cancellazione della leggi e decreti Azzolina.
  • cancellazione della legge n. 119 (legge Lorenzin) del 31 luglio 2017, che impone disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale.

AZIONI PER IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI:

  • ‘RADUNO IL 5 SETTEMBRE 2020 A ROMA’
    ‘Raduno del 5 settembre’: “Salviamo i bambini dalla dittatura sanitaria”
    promuove l’incontro a Roma del ‘Popolo delle Mamme’, supportate dai papà, dai nonni e dalle associazioni/comitati/gruppi/movimenti, che ritengono le leggi sopra citate affette da illegittimità costituzionale e, comunque, dannose per la salute e per il futuro dei bambini.
    Tale raduno si terrà a ROMA, si protrarrà a oltranza e avverrà in diversi punti di raccolta.

Il canale nazionale Telegram è il mezzo ritenuto più adatto per:

  • raccogliere tutte le adesioni all’iniziativa,
  • distribuire sui territori regionali le informazioni relative all’organizzazione dell’evento, a partire dalla logistica,
  • comunicare le informazioni contemporaneamente a tutti gli iscritti.

Saremo lieti se vorrai FAR PARTE DI NOI, attivamente, insieme ai Tuoi collaboratori, amici e parenti, unendoTi al raduno a Roma il 5 settembre 2020.

LINK CANALE TELEGRAM https://t.me/joinchat/AAAAAEr-0Xdp8XzpjOL-ag

Andrea Ippolito



Share