Elezioni Regionali 2020, tour del leader della Lega Matteo Salvini. “De Luca scherza sulla pelle dei campani”, ha detto Salvini in visita al Covid center di Salerno. Una struttura che ha definito l'”ennesima fake news di De Luca. Un conto è fare il simpatico su Fb, un conto è scherzare con cattivo gusto sulla pelle e salute dei campani”. “Ieri sono stato in un’altra opera incompiuta, una promessa mancata di de Luca che è il policlinico di Caserta – ha detto Salvini a margine della visita- anche lì sono venti anni che promette. Lo stesso De Luca ci è tornato più e più volte e il cantiere è fermo. C’è l’erbaccia, non c’è un medico, un letto, una porta”.



“A differenza di altre città, penso a Milano, dove un ospedale di emergenza è stato allestito con fondi privati, questi sono denari pubblici sbattuti via. – ha sottolineato Salvini – Mi auguro che ci sia qualcuno in qualche Procura che vada fino in fondo per capire se qualcuno ci ha guadagnato, come ci ha guadagnato, e se sono state rispettate tutte le norme”.

“La Campania non si Lega. Il Sud non dimentica le offese”. È lo striscione con cui un gruppo di contestatori ha accolto Matteo Salvini al suo arrivo in piazza Malta a Salerno dove il segretario federale della Lega ha partecipato all’inaugurazione della sede del partito.



“Salerno non si Lega”, “Torna in Padania” e il coro “Buffone, buffone” le frasi rivolte dai contestatori al leader leghista che ha comunque concesso selfie ai sostenitori che lo hanno atteso dinanzi all’ingresso del palazzo che ospita la sede. All’uscita Salvini ha risposto alle offese lanciando con la mano baci all’indirizzo dei contestatori prima di salire in macchina per raggiungere la tappa successiva del suo tour. Al termine dell’inaugurazione della sede, invece, rivolgendosi a Stefano Caldoro aveva ironicamente detto: “Ora Stefano andrà a parlare con quelli là con lo striscione rosso per convincerli”. Nello stesso stabile in cui è stata inaugurata la sede della Lega, al piano inferiore, si trova anche uno dei comitati del governatore Vincenzo De Luca.

Ci sono stati momenti di tensione e una carica di alleggerimento della polizia per arginare i manifestanti anti-Salvini oggi n Piazza Duomo a Cava de’ Tirreni dove il leader della Lega ha incontrato sostenitori e simpatizzanti nell’ambito del tour che sta effettuando nel Salernitano. Tra le oltre 600 persone presenti, infatti, vi erano anche circa 200 manifestanti che hanno contestato l’ex ministro. Ad un tratto si è resa necessaria anche una carica di alleggerimento da parte delle forze dell’ordine per evitare che i contestatori si avvicinassero ulteriormente al palco. Durante i disordini, durati una decina di minuti, sono stati lanciati anche oggetti all’indirizzo dei poliziotti. Gli agenti hanno già identificato una decina di persone ma proseguono gli accertamenti.



Share